Mercoledì, 19 Giugno, 2019

Banche venete: il governo stanzia 5 miliardi per salvarle

Banche venete il governo stanzia 5 miliardi per salvarle Banche venete: ok Governo a salvataggio, parte sana a Intesa Sp/Adnkronos (2)
Esposti Saturniano | 27 Giugno, 2017, 16:13

"L'esborso per lo Stato ammonta a circa 5,5 miliardi di euro" e "complessivamente sono mobilizzate risorse a favore dell'operazione fino ad un massimo di 17 miliardi di euro" ha aggiunto il ministro. Tuttavia, la Commissione Ue "sta analizzando l'intervento nel dettaglio", per ora "non ci sono cifre disponibili sull'impatto sulle finanze pubbliche", ha detto una portavoce della Commissione Ue rispondendo a chi stamattina chiedeva se l'intervento dello Stato deciso ieri pesi o meno sul debito e sul deficit italiani. Per le due banche venete sono stati nominati anche i componenti dei rispettivi comitati di sorveglianza.

Roma, 26 giu. (askanews) - Intesa Sanpaolo, con il via libera unanime del cda, ha firmato con i commissari liquidatori di Banca popolare di Vicenza e Veneto Banca "il contratto di acquisto, al prezzo simbolico di un euro, di certe attività e passività e certi rapporti giuridici facenti capo alle due banche". "Siamo convinti - conclude il presidente di Intesa SanPaolo che sia possibile ricondurre l'organico a una situazione che si raggiunge senza licenziamenti imposti".

Questa soluzione si rivela fallimentare e dopo un anno servono altri 6 miliardi.

NORME NAZIONALI - "Di conseguenza - si legge - si è ritenuto di fare ricorso alla normativa nazionale, e in particolare al 'Testo unico bancario', che prevede l'avvio della procedura di liquidazione coatta amministrativa". Il decreto è stato giustificato dal governo Gentiloni per tutelare 50 miliardi di risparmi di 2 milioni di famiglie e le attività di 200.000 imprese finanziate.

CREDITI DETERIORATI - "Al fine di massimizzare il valore dei crediti deteriorati e di altri attivi non ceduti - prosegue la nota del Consiglio dei ministri - il provvedimento legislativo abilita il Ministero a cedere questi ultimi alla Società per la Gestione di Attività S.p.a., il cui capitale è da esso interamente posseduto".

FONDO SALVA RISPARMIO - Le risorse necessarie per il sostegno pubblico "sono prelevate dal fondo 'salva risparmio' costituito con il decreto legge n. 237 del 23 dicembre 2016, incrementate di 300 milioni di euro per l'anno 2018".

Altre Notizie