Domenica, 20 Ottobre, 2019

Brasile: Presidente accusato di corruzione

"Una mazzetta da 140mila euro: Brasile il presidente Temer in stato d'accusa Oggi alle 07:45
Evangelisti Maggiorino | 27 Giugno, 2017, 10:57

Il presidente brasiliano Michel Temer è stato accusato di corruzione dalla procura generale del Brasile, sulla base delle denunce fatte dall'imprenditore pentito Joesley Batista. I magistrati hanno presentato per lui una richiesta di rinvio a giudizio che, se accolta, farebbe di Temer il primo presidente brasiliano in carica ad affrontare un giudizio penale. Secondo la procura Temer si sarebbe "avvalso della sua carica di capo dello Stato" per ottenere 500mila reais dal colosso della carne Jbs. I presunti reati sarebbero aggravati dal fatto che Temer è nel pieno delle sue funzioni di "presidente della Repubblica". Il partiti di opposizione hanno subito reclamato l'incriminazione di Temer per impeachment e nuove elezioni quanto prima.

Per il rinvio a giudizio del presidente davanti alla Corte suprema serve l'autorizzazione dei due terzi dei membri della Camera. Qualche ora prima dell'annuncio, durante un evento nella sede della presidenza a Brasilia, Temer aveva detto: "niente ci distruggerà, né a me né - aveva puntualizzato - ai nostri ministri".

Altre Notizie