Domenica, 23 Settembre, 2018

Raikkonen: "Aiutare Seb? Sì, ma la Ferrari viene prima"

F1 Ferrari Raikkonen Aiuterò Vettel se necessario Agenzia Aldo Liverani S.a.s
Cacciopini Corbiniano | 27 Giugno, 2017, 05:24

Nella tradizionale conferenza stampa con i piloti al giovedì pre-gara, in quel di Baku tra i protagonisti abbiamo avuto anche Kimi Raikkonen. "Non ci sono garanzie rispetto al passato - dice - anche perché è un circuito diverso". È un circuito cittadino, sì, ma non è assolutamente simile a Monaco.

A margine delle FP2 di Baku, Raikkonen ha analizzato la sessione e le difficoltà legate a mandare in temperature le gomme: "Credo che la cosa più difficile sia farle funzionare ma se ci riesci tutto diventa più facile - il commento del finlandese ai microfoni di Sky Sport F1 - Ci siamo, la macchina non è andata male ma dobbiamo ancora lavorare sulle gomme". Come ho detto, i due circuiti sono molto diversi, quindi non è una grossa sorpresa che le gomme scelte per questa gara siano diverse... "Abbiamo lavorato al meglio, ma queste sono circostanze che sfuggono dalle nostre mani, e purtroppo abbiamo pagato un caro prezzo". Il tedesco della Ferrari e' al comando della classifica con 12 punti di vantaggio dopo il quarto posto conquisto in Canada dopo una grande gara di rimonta. Fortuna? No, non è una cosa su cui posso contare. Così sono ripartito, ma non è stato possibile terminare la corsa. Le regole sono molto chiare, come ho detto. Non ho interesse a parlare qui di quanto trattiamo all'interno del team, ma quando per la matematica sarò out dalla lotta al titolo aiuterò il mio compagno. "Mi sono ritirato, ma quando la bandiera rossa ha fermato la gara abbiamo deciso di provare a tornare in pista". "Ho avuto gare negative e un ritiro, se poi il tuo compagno va sempre a podio il divaro aumenta".

Altre Notizie