Lunedi, 14 Ottobre, 2019

F1, Gp Azerbaijan: succede di tutto e vince Ricciardo

Venerdì complicato per Lewis Hamilton apparso assolutamente poco a suo agio a Baku Venerdì complicato per Lewis Hamilton apparso assolutamente poco a suo agio a Baku
Cacciopini Corbiniano | 26 Giugno, 2017, 11:11

In regime di safety car Hamilton rallenta parecchio e Vettel lo tampona leggermente, scatenando una polemica tra i due, con il tedesco della Ferrari che lo manda a quel paese e lo affianca colplendolo con una ruotata.

Alle spalle delle 'frecce d'argento' ci sono le due Ferrari, con il finlandese Kimi Raikkonen in terza posizione che precede Sebastian Vettel. Adesso è questione di tenere i nervi saldi e non fare vaccate, perché così ci si gioca un Mondiale, esattamente come accadde per una memorabile testata (ingigantita quanto si vuole) tra Zidane e Materazzi... una scena brutta uguale. La frenata incriminata?: "Non è vero che ho frenato improvvisamente".

Al tredicesimo giro, la Toro Rosso di Kvyat si ferma, costringendo la direzione di gara a mandare in pista la Safety Car per la prima volta in questo GP di Baku. Alla fine c'è stato un grande lavoro da parte di tutti e sono davvero contento. Come ho detto prima, noi stiamo zitti, lavoriamo e lasciamo parlare Lauda. Lui ha danneggiato la mia ala e io il suo fondo. Al termine della gara, non si è fatta attendere la replica del team principal Ferrari. Non pensavo assolutamente di vincere, ci avrei messo tutti i soldi sul fatto che era totalmente impossibile che avrei vinto.

Formula Uno. Gara pazza nel GP d'Azerbaijan, caratterizzata da episodi che ne hanno determinato il risultato.

Si riprende al 19° ed Hamilton e Vettel vengono a contatto.

La cronaca. Allo start Hamilton è impeccabile e mantiene la prima posizione mentre ha ben più difficoltà il compagno di squadra Bottas che deve difendersi dall'arrembante assalto delle due Ferrari con il finlandese della Mercedes che in curva 2 "salta" su un cordolo travolgendo il connazionale Raikkonen che lo aveva sopravanzato. Raikkonen prosegue seppur con la sua SF70-H danneggiata, poi subisce una foratura che gli danneggia la macchina, decide di ritirarsi, ma approfittando della seconda partenza, aiutato dal solito miracolo dei meccanici riesce a ripartire, ma un ulteriore problema sul finire aggiunto ad una penalizzazione lo hanno costretto al ritiro definitivo.

Fuori fa caldo ma dopo le qualifiche volevo comunque condividere con voi alcune considerazioni dopo queste qualifiche che hanno regalato la pole position numero 66 a Lewis Hamilton.

La gara ricomincia con Hamilton e Vettel sempre in testa, mentre Ricciardo supera abbastanza facilmente Stroll e Massa.

Incredibile episodio in regime di safety-car nel bel mezzo del Gran Premio dell'Azerbaigian. La protezione alla testa di Lewis sta per volare via.

In classifica costruttori la Mercedes guadagna punti, arriva a quota 250 e stacca il Cavallino che è a quota 226.

Altre Notizie