Mercoledì, 20 Gennaio, 2021

Il centrodestra risorge: batosta per il Pd, 5 Stelle a pezzi

Evangelisti Maggiorino | 26 Giugno, 2017, 04:42

A Genova, Parma, Verona, Catanzaro, L'Aquila e in altri capoluoghi al ballottaggio ieri per eleggere sindaco e consiglio comunale il vecchio centrodestra, quello formato da Forza Italia e Lega, è vittorioso.

A La Spezia il ballottaggio è favorevole al centrodestra, con Peracchini in testa su Manfredini (centrosinistra).

PISTOIA - Dopo decenni il Comune di Pistoia passa ad essere governato dal centrodestra. Il modo migliore per demotivare gli elettori del centrosinistra che, come testimoniano anche i dati dell'affluenza mai così bassi (ha votato poco più del 46% degli aventi diritto), alla fine se ne sono stati in buona parte a casa.

VERONA - E' in testa il candidato del centrodestra Federico Sboarina (centrodestra) al 57,9% sulla candidata Patrizia Bisinella (Fare! e civiche) al 42,1% nonostante l'appoggio del centrosinistra. L'ex pentastellato Pizzarotti, sostenuto da una lista civica, rimane sindaco di Parma. Copertura del campione 10,0%, margine di errore 3,8%. Il candidato Pierluigi Biondi è stato eletto con il 53,52% mentre lo sfidante di centrosinistra Americo Di Benedetto si è fermato al 46,48%. A Catanzaro, invece, centrodestra avanti con Sergio Abramo che avrebbe il 58-62% delle preferenze, mentre il centrosinistra con Vincenzo Antonio Ciconte è al 38-42%. Copertura del campione 50%, margine di errore 2,3%.

Risultato storico a Genova che sarà governata per la prima volta nel dopoguerra dal centrodestra. A Taranto il candidato sindaco Rinaldo Melucci (centrosinistra) è al 49-53%, Stefania Baldassarri (centrodestra) al 47-51%. E' accaduto che il candidato di centrodestra, coinvolto in una vicenda giudiziaria, si è ritirato, ed è rimasto in lizza solo Pietro Savona (Pd).

E al di là del caldo afoso forse ci sono altre ragioni che spiegano un allontanamento dalle urne così clamoroso.

Se si eccettua la Puglia, con i successi del csx a Taranto e Lecce, dunque, il collasso del PD è distribuito in maniera omogenea sul territorio nazionale. Carlo Salvemini sta sovvertendo il risultato del primo turno (quando aveva ottenuto il 28,90%), grazie anche all'apparentamento con Alessandro Delli Noci (candidato di Udc e liste civiche) che aveva riportato il 16,90%. Nei 4 capoluoghi di Regione finisce 3 a 1 per il centrodestra, 3 a 0 considerando i soli ballottaggi, considerando che Orlando l'aveva spuntata al primo turno. L'ultimo sindaco di centrosinistra di Lecce era stato dal 1995 al 1998 Stefano Salvemini, padre di Carlo.

E' stata anche la domenica della grande astensione, visto che la media dei votanti è meno del 50 per cento - i primi dati parlano di un 47 % rispetto al 58,9% del primo turno. Il dato riguarda 103 comuni e comprende le Regioni a statuto ordinario e la Sardegna.

Altre Notizie