Sabato, 19 Settembre, 2020

MotoGp, Assen: Redding davanti sul bagnato, Rossi secondo

Cacciopini Corbiniano | 26 Giugno, 2017, 04:39

Staccati Maverick Vinales, dodicesimo e davanti Marc Marquez.

Ad Assen però si presenta una Ducati da 30 e lode nelle ultime due gare, con un Andrea Dovizioso mai come quest'anno convinto dei propri mezzi, pronto a sfruttare ogni occasione di un mondiale che vive di incertezze. "Domani sarà importante sfruttare bene il warm up per migliorare il set up della moto e credo che potremo fare comunque una bella gara" ha concluso. Al pomeriggio, invece, non lo so, non avevo feeling. Nella Q1 peccato per Andrea Iannone che chiude terzo a sette millesimi dalla qualificazione alla Q2.

La sicurezza è che partirà dalla 4ª fila. L'appuntamento è domenica alle 13, anticipato perchè in concomitanza con il GP di Baku della F1.

Jorge Lorenzo, contento dei risultati ottenuti dal compagno di squadra, si dichiara soddisfatto dei progressi compiuti finora: "Abbiamo chiuso la tappa a Barcellona con un bel risultato". Lorenzo fatica molto a trovare ritmo e infatti conclude undicesimo, sarà una gara molto dura per il maiorchino domani.

Questo non significa che il Dottore ora possa dormire sugli allori, al contrario. In casa Ducati Dovizioso inizia a spingere forte, provando a raggiungere la pole ma esagera e viene scaricato a terra. C'è da dire che Valentino Rossi è sempre in prima linea quando si tratta di aiutare chi è in difficoltà e donare un cimelio così prezioso.

SCELTA AZZECCATA Ecco, a tal proposito, il commento di Valentino Rossi: "Oggi sono stato veramente a mio agio sulla M1: con il nuovo telaio introdotto a Barcellona mi trovo meglio, e voglio continuare a usarlo per il resto della stagione". Prima tra tutti c'è una Yamaha in cerca di riscatto dopo la debacle catalana con Vinales e Rossi andati in crisi a causa delle temperature elevate ed un asfalto con poco grip.

Altre Notizie