Sabato, 19 Settembre, 2020

MotoGp Yamaha, Rossi: "Pista fantastica! Meglio di così non poteva andare"

Esposti Saturniano | 26 Giugno, 2017, 04:04

Secondo posto in griglia per Marc Marquez con la Honda ufficiale, chiude la prima fila l'italiano Danilo Petrucci con la Ducati clienti, ottimo inizio di stagione per lui. Al via Rossi prende una posizione, scavalca Petrucci e si porta sulla scia di Marquez secondo, mentre Zarco guadagna terreno in testa.

Dovizioso è arrivato con un ritardo di 5.327, precedendo a sua volta J. Milelr (+23.390), Abraham (+36.982), L.Baz (+37.070), Iannone (+37.154) e A. Espargaro (+59.836).

Non è un pilota cattivo, ma non capisce le distanze tra una moto e l'altra. Queste le parole a caldo di Valentino Rossi dopo la sua vittoria.

La pioggia intanto scombina molte delle carte in tavola e vede sopraggiungere nelle prime posizioni un arrembante Dovizioso, che si ritrova per qualche giro anche a lottare per la vittoria. Ma ad 8 giri dalla fine succede l'imprevisto che mette in crisi tutti. Dopo aver scavalcato Zarco e Marquez stava anche resistendo al tentativo di fuga finale di Rossi.

La resurrezione del dottore si è materializzata ad Assen, con una vittoria prepotente e complicata, anche dalla pioggia nei giri finali. Alla fine di una gara al cardiopalma ha la meglio un infinito Valentino Rossi.

Ottavo appuntamento stagionale per la classe MotoGP, si corre ad Assen nell'università del Motociclismo. Al quinto posto c'è Pedrosa con 87 punti, al sesto Zarco con 77 punti, al nono Lorenzo, con 60 punti. Così Marc Marquez commenta il suo terzo posto nel Gran Premio di Olanda della MotoGp, ad Assen. Ci sono tanti tifosi e la pista è fantastica.

"Sono stato sempre piuttosto competitivo da questa mattina e mi sono trovato abbastanza bene con il telaio nuovo". "E perché dopo un anno sono tornato a vincere, e adesso sono terzo in classifica". Da lì inizia un'altra gara che ad un certo punto sembrava una corsa solitaria. "Mi rende felice essere tornato a vincere. Gli manderò la fattura per la tuta nuova, visto che doveva durare almeno fino all'Austria e se non si pulisce me la paga lui (ride, ndr)". Se non riescono a pulirla gli manderò la fattura a casa!

Sorride a metà, Danilo Petrucci. "Io e Rossi siamo arrivati praticamente insieme seppur abbia perso 3-4 decimi nei sorpassi, è un peccato".

Altre Notizie