Martedì, 26 Mag, 2020

Assen, exploit Zarco: pole Petrucci buon 3°; 4° Rossi

Cacciopini Corbiniano | 25 Giugno, 2017, 17:45

libere4 - Le Libere4, non valide per l'accesso alla Q2, si sono svolte in condizioni particolari con una pista all'inizio quasi asciutta in traiettoria, ma con ancora tante chiazze di umido, e poi bagnata. Rossi lotta fino alla fine ma non va al di là del quarto posto.Solo nona la Ducati di Andrea Dovizioso caduto a metà della Q2 Addirittura 11° il leader di classifica Vinales non a suo agio sul bagnato.

La battaglia con Danilo Petrucci quando ha cominciato a piovere è stata una sfida di nervi, ma oggi vincere era troppo importante: "Nel momento in cui stavo cominciando ad essere veramente ottimista, perché sembrava che potessi andare via, ha cominciato a piovere e mi sono venuti a riprendere. Lavoro per vivere quella sensazione che si prova nelle 2-3 ore dopo una gara vinta", ha aggiunto successivamente Rossi ai microfoni di Sky. Dopo un anno è ancora più bello, poi è la decima vittoria ad Assen, dopo aver vinto 10 volte a Barcellona. "E' bello, ora vediamo al Sachsenring perchè le cose cambiano ogni domenica", ha proseguito. Ci prova il francese della Yamaha Tech3 a fare la differenza con le gomme morbide ma sia Marc che Valentino, alternandosi nel computo dei giri veloci della gara, non lasciano scappare il transalpino. E' lui in testa, solo Petrucci intacca il primato di Valentino Rossi per qualche giro, ma poi è il pilota italiano a trionfare senza se e senza ma. "Non è cattivo - sorride Rossi -, è proprio che non è capace, non capisce le distanze". Penso di meritarmelo per quello che ho fatto nelle gare precedenti e per il successo che era sfumato a Le Mans.

Altre Notizie