Mercoledì, 24 Luglio, 2019

Olanda, Valentino Rossi: "Era importante essere nei primi cinque"

MotoGp Zarco Il mio sogno è la Yamaha di Rossi Agenzia Aldo Liverani S.a.s
Cacciopini Corbiniano | 25 Giugno, 2017, 16:27

Il punto forte della Yamaha è sempre stata la staccata e la velocità in curva ed è anche il mio forte. La ciclistica evoluta doveva affrontare l'ultimo esame sul bagnato e il 4° tempo in qualifica è un risultato che gli ha permesso di passarlo. Era molto importante rimanere nelle prime 10 posizioni in vista della Q2 di sabato, perché sembra che il tempo peggiorerà.

Questo non significa che il Dottore ora possa dormire sugli allori, al contrario. Al pomeriggio nelle qualifiche però non avevo feeling. "Avevamo delle idee da provare, ma oggi non abbiamo potuto".

PRIVATI MA VELOCI - Buon passo per Zarco e Barbera, sesto, davanti all'Aprilia Espargarò. "Sarà interessante vedere cosa accadrà domani".

Un campionato molto caotico e domani ci sarà una delle gare più incerte di questo inizio stagione.

Qual è la speranza di Valentino per domani? Il nuovo telaio della Yamaha M1 funziona e si è ben adattato sulla pista bagnata di Assen. "Abbiamo fatto delle prove e nel caso cercheremo di mettere la moto nelle condizioni più simili, ma sarebbe chiaramente uno svantaggio con un 'flag to flag'". Fuori dalla top-ten dopo le qualifiche lo spagnolo della Yamaha non sa darsi spiegazioni convincenti: "Non so cosa sia successo. Comunque la tuta era nuova e me la deve ripagare.".

Qui potete leggere la classifica della FP3 della MotoGP. Sono stato sempre piuttosto competitivo e mi sono trovato bene.

La sicurezza è che partirà dalla 4ª fila. E' infatti risaputo che molti degli avvallamenti presenti nelle piste dove corrono entrambe le categorie sono generate dalle frenate e dalle accelerazioni delle auto che sono decisamente più violente e con gomme dotate di impronta maggiore rispetto a quelle due ruote.

Altre Notizie