Martedì, 15 Ottobre, 2019

Inter, senti Bobo Vieri: "Spalletti è stato…"

LaPresse  Spada LaPresse Spada
Cacciopini Corbiniano | 25 Giugno, 2017, 14:44

Christian Vieri ha rilasciato una lunga intervista a La Gazzetta dello Sport, eccola qui di seguito riportata da Fcinternews. "La nuova proprietà? La garanzia è Spalletti, il resto mi interessa poco". Cosa manca all'Inter? Semplice: giocatori veri. Serve gente di qualità e carattere, con una forte personalità Le prime quattro del prossimo campionato?

Si passa poi alla Juventus e, inevitabilmente, alla finale di Cardiff: "La Juventus ha perso contro un grandissimo Real Madrid, una squadra mostruosa per fisico e tecnica". Quando tutto funziona, il Real è una delle tre squadre inavvicinabili in Europa. E' un lavoro e quindi deve pensare di fare il meglio per se'. Certo, perdere fa molto amle, ma la Juve non deve essere delusa.

Due parole anche sul nuovo Milan cinese: "A San Siro, che si parli indifferentemente di Inter o Milan, devono entrare solo fenomeni, e fino a quando non rivedrò un certo tipo di giocatori eviterò di impegnarmi in giudizi particolari". E' stata due volte finalista negli ultimi tre anni, ha una società solida e organizzata. Mi piace, mi diverto e sento forte la stima di chi mi ha scelto.

Conte? Uno dei migliori tecnici al mondo, a detta di Vieri: "Se ha fatto bene a non tornare in Italia?" L'ex-centravanti nerazzurro infatti ha espresso il suo parere a proposito di Spalletti, ma ha anche dato dei consigli ai dirigenti per quanto riguarda le caratteristiche che dovrebbero avere i futuri acquisti. Bernardeschi? E' un buon giovane, deve però migliorare tantissimo: "non so se merita andare alla Juve o all'Inter, io penso che un giovane debba sempre giocare per crescere ed avere continuità".

E il Milan? "Sarà dura".

Altre Notizie