Lunedi, 17 Giugno, 2019

#Maturità2017, la seconda prova, i testi delle tracce (DIRETTA)

Maturità, oggi la seconda prova: latino al classico, matematica allo scientifico - DIRETTA Maturità, Seneca al liceo classico, la bici quadrata allo scientifico
Deangelis Cassiopea | 24 Giugno, 2017, 12:56

LATINO - Per quanto riguarda invece il Classico gli studenti saranno chiamati a tradurre dal latino un brano di Seneca intitolato: "Necessità della filosofia, cioè della saggezza".

Ieri sono iniziati gli esami di maturità per 550.000 studenti liceali. Per la matematica i maturandi dovranno risolvere un problema in cui si chiede di calcolare il profilo della pedana per far muovere una bicicletta dalle ruote quadrate, citando il caso del MoMath Museum of Mathematics di New York.

Esame complesso anche per gli studenti dell'Ipsia che alla domanda su come è andata la seconda prova scoppiano a ridere e, con tono ironico, rispondono "benissimo", lasciando intendere che la prova era davvero complicata.

La versione scelta è 'Il valore della filosofia': Sine philosophia nemo intrepide potest vivere, nemo sicure.

Come annunciato all'inizio dell'anno, la materia della seconda prova dell'Esame di Maturità 2017 al Liceo Classico è il latino e, come hanno scoperto i maturandi all'apertura delle buste il brano è di Seneca, tratto dalle Lettere a Lucilio.

Sono state così confermate le ipotesi del totoesame: secondo il sondaggio di Skuola.net su 2500 maturandi, 1 su 4, quindi la maggioranza, si aspettava infatti proprio Seneca. Buste aperte alle 8,30, con la seconda prova è specifica a seconda dell'indirizzo frequentato. Per il secondo problema è previsto lo studio di una funzione.

Attuale la traccia del tema di inglese al Liceo Linguistico che ha sottoposto agli studenti uno stralcio dell'articolo di Stephen Slade, uscito sul The Huffington Post dal titolo Poverty Affects Education - And our Systems Perpetrate It che affronta la dilagante povertà negli Stati Uniti e la mette in relazione con il tasso d'istruzione e le ripercussioni sulle generazioni future. Allo scientifico, come sempre, la prova è di matematica. Gli studenti avranno sei ore di tempo per terminare il tema, le cui tracce sono uguali per tutti gli indirizzi e vengono stabilite dal Miur, che a sua volta provvede a farle recapitare ai singoli istituti in busta chiusa.

Altre Notizie