Venerdì, 20 Settembre, 2019

Maturità 2017 prima prova: ecco le tracce dello scritto di italiano

Prima Prova Maturità 2017 tracce che non usciranno Maturità, seconda prova: Seneca al Classico e ruote di bici quadrate allo Scientifico
Esposti Saturniano | 24 Giugno, 2017, 12:40

La seconda prova è invece diversificata a seconda del tipo di istituto frequentato dagli studenti. La prima prova della Maturità 2017 ribadisce quella che è la funzione propria della scuola: "offrire a tutte le ragazze e a tutti i ragazzi il bagaglio di conoscenze necessario per vivere da protagonisti il loro presente e il loro futuro, per essere cittadine e cittadini attivi e consapevoli". Massima la sicurezza per evitare i leaks. Per l'ambito artistico-letterario la traccia è "La natura tra minaccia e idillio nell'arte e nella letteratura", l'analisi del testo verte invece su "Versicoli quasi ecologici" di Giorgio Caproni. Per il tema storico gli esperti del MIUR hanno pensato a "Il miracolo economico italiano", con citazioni di Piero Bevilacqua da "Lezioni sull'Italia repubblicana" e da Paul Ginsborg da "Storia d'Italia dal dopoguerra a oggi".

Saggio breve/articolo di giornale. Poi, per il saggio breve socio-economico, la robotica e nuove tecnologie nel mondo del lavoro, da uno dei testi di Enrico Marro, articolo da IlSole24Ore. Come si vede, anche il 20% di coloro che hanno ottenuto un voto basso, 60/100 lo fanno ma naturalmente la percentuale cresce fino al 91% tra coloro che hanno ottenuto i 100 con la lode passando per l'84% di coloro che hanno mancato la lode, ma sono comunque usciti con un rotondo 100.

Il tema storico: quali sono le principali ricorrenze? Intanto si attende l'arrivo della password per la seconda prova. Così come per il tema d'italiano, identico per tutti gli indirizzi di studi, l'invio delle tracce della seconda prova avviene attraverso l'ormai noto plico telematico, una sorta di busta criptata inviata alle scuole a cui si accede tramite password.

Lunedì la terza prova.

Si tratta, ovviamente, di una tipologia di prova dall'argomento più ampio rispetto a quello dell'analisi del testo, ma proprio per questo viene spesso vista come meno complessa e meno rischiosa: non è necessario conoscere approfonditamente un determinato autore o tema. Per ultimo il cosiddetto "quizzone", in programma il 22 giugno: gli studenti saranno chiamati a rispondere a un breve quesito per ognuna delle quattro materie della prova.

Altre Notizie