Mercoledì, 19 Giugno, 2019

Fassone: "Donnarumma non lo vendiamo. Cerchiamo un portiere da Milan"

Donnarumma a San Siro L'ex bomber Luiso pubblica un selfie con la Marini. Ma il post è offensivo
Cacciopini Corbiniano | 24 Giugno, 2017, 12:11

Il 'no' al rinnovo - con relativo ritocco al rialzo dell'ingaggio - e la volontà di arrivare a scadenza di contratto per poter partire a costo zero fra un anno è stato letto dai tifosi come l'affronto finale di un diciottenne viziato, ingrato e che oggi si merita solamente la tribuna. Dopo la decisione di Gigio Donnarumma, di non rinnovare col Milan: esistono più le bandiere nel calcio? Il Real Madrid sembra essere avanti rispetto a tutti per Donnarumma, ma occhio anche alla Juventus a cui Fassone non chiude le porte: "Juve su Donnarumma?" Una mossa che ha messo ulteriore pressione sulle spalle del giocatore e che non è piaciuta affatto al suo entourage.

"Mi rivolgo a tutte le persone che non stanno facendo altro che insultare gigio e tutta la nostra famiglia - scrive - Gigio sin da piccolo è tifoso del Milan. per lui giocare con la maglia del Milan e' un sogno.ha sempre onorato e dato L anima per questi colori. ha pianto per ogni sconfitta".

Il Milan ora si trova tra Keylor Navas (che potrebbe entrare proprio nell'affare Donnarumma, opzione remota), Reina (nome più caldo al momento: conosce la serie A, è esperto e darebbe la possibilità di capire con tranquillità se Plizzari può diventare portiere da big) e Neto (in uno scambio con De Sciglio).

Il portiere tuttavia, su prezioso e disinteressato consiglio di Raiola, ha deciso di rispedire al mittente l'offerta, mandando all'aria tutte le promesse d'amore fatte al club che lo aveva lanciato sia come calciatore che come uomo. Perchè il giocatore viene considerato un esubero dei bianconeri - c'è già l'accordo con Szczensy e in ogni caso va monitorata la pista Donnarumma- e quindi puntano ad abbassare di parecchio il costo. Marco Fassone: "Mino Raiola mi ha comunicato la decisione di Donnarumma di non rinnovare". Mino Raiola prima di arrivare a Milano è passato a Torino per un caffè e qualche chiacchiera di mercato. Mi sarei stupito se Marotta avesse affermato il contrario. La telenovela Donnarumma che pareva potersi concludere è solo agli inizi: c'è un calciomercato di mezzo che dirà tanto.

Altre Notizie