Martedì, 23 Luglio, 2019

Ius soli, Grasso: 'Spero si' entro l'estate'

Gb: May, aiuto a famiglie insufficiente Lo ius soli smaschera gli uomini primitivi
Evangelisti Maggiorino | 21 Giugno, 2017, 02:37

Con il cosiddetto ius soli non si vuole riformare il diritto ma solo le regole per cittadinanza delle persone nate in Italia da genitori stranieri. Lo ha detto il presidente del Senato a "un giorno da pecora" su RadioUno. Bisognerà insomma "superare questo ostacolo", ammette. "Durante la riforma c'erano 8 milioni e 600mila emendamenti" ha concluso. È una responsabilità nazionale: mi chiedo per quale motivo qualcuno dice che noi dovremmo reagire su questo. "A me pare un'ingiustizia non riconoscere a questi bambini" la cittadinanza italiana, ha commentato il presidente del Senato. Si riuscirà ad approvare prima dell'estate? Per il resto le due proposte sono così sovrapponibili che infatti sono state unificate in un testo solo e approvato in Commissione e in Aula alla camera. Ma c'è di più, invece che parlare della legge in discussione al Senato, che introduce lo ius solis "temperato" su modello tedesco, il M5S parla di uno "ius sanguinis temperato" in vigore in Italia. "Il Pd ritiri il pastrocchio dello ius soli" si legge in calce al post. "In particolare viene ricordato che l'articolo 20 del Trattato di funzionamento dell'Unione europea dice: "'E' istituita una cittadinanza dell'Unione. Sullo ius soli - si legge nel post - "c'è solo una cosa da fare: fermarsi e chiedere un orientamento alla Commissione Ue, coinvolgere nel dibattito anche il Parlamento Ue e il Consiglio". "Concedere la cittadinanza italiana significa concedere anche la cittadinanza europea. L'Italia non merita tutto questo", spiegano gli esponenti del movimento fondato da Beppe Grillo.

L'attuale disciplina Attualmente il cittadino straniero nato in Italia ha diritto alla cittadinanza una volta diventato maggiorenne a condizione che vi abbia risieduto fino a quel momento "legalmente e ininterrottamente" e dichiari entro un anno dal compimento dei 18 anni, di volerla acquisire.

Lo 'ius soli' è materia per uomini adulti, per gente responsabile e con la testa sulle spalle, una discussione del genere non può essere amministrata da individui come il capo dei Cinque Stelle, come il leader della Lega o come l'inconsistente Segretaria di Fratelli d'Italia.

Il dibattito sullo Ius soli continua e coinvolge le varie cariche dello stato.

La replica dell'Ue. Arriva però la replica del commissario europeo alle Migrazioni e agli Affari Interni, Dimitris Avramopoulos, che a margine di una conferenza stampa a Bruxelles sottolinea come i criteri in base ai quali l'Italia decide di concedere la cittadinanza sono "chiaramente una competenza nazionale". E nel post si osserva: "in Europa vi sono diverse versioni che cambiano da Stato a Stato e che rendono temperato o piu' o meno rigido il principio di base, che rimane ovunque quello dello Ius sanguinis". In Olanda, Francia, Belgio, Portogallo e Spagna, come in l'Italia, si applica sostanzialmente uno ius sanguinis con alcuni correttivi e lo ius soli è debole. "In altri Paesi, non europei, lo ius soli esiste da sempre, ma si tratta di Paesi come Stati Uniti, Argentina, Brasile e Canada con una fortissima immigrazione ma, al contempo, con un territorio in grado di ospitare una popolazione maggiore di quella residente".

Altre Notizie