Giovedi, 24 Agosto, 2017

Gb, attacco a moschea: per Corbyn applausi, May contestata

Londra, ancora nel terrore, un uomo si lancia con l'auto contro gruppo di fedeli musulmani Londra, cosa è successo vicino alla moschea
Evangelisti Maggiorino | 20 Giugno, 2017, 09:40

Il sindaco di Londra, il musulmano Sadiq Khan, invece ha parlato di "orribile attentato terroristico": "Se (l'accaduto) appare come un attacco contro una particolare comunità, esattamente come i terribile attentati di Manchester, Westminster e London Bridge, altresì si tratta di un attacco contro tutti i nostri valori condivisi di tolleranza, libertà e rispetto".

Le testimonianze Le testimonianze confermano la stessa impressione. "Ero lì, l'uomo respirava a fatica, stavamo cercando di aiutarlo", ha raccontato untestimone, "poi è arrivato questo furgone, ci è arrivato dritto sopra e ci ha travolti".

L'uomo è stato arrestato sul posto, dopo essere stato subito bloccato da alcuni dei presenti.

Il Muslim Council ha definito l'attacco come "la manifestazione più violenta di islamofobia" e ha esortato le autorità britanniche a rafforzare la sicurezza intorno alle moschee del Regno Unito. L'uomo pare abbia reagito violentemente (secondo l'Evening Standard avrebbe anche accoltellato una persona, ma Scotland Yard al momento nega), venendo a sua volta colpito da pugni e calci. Contestazioni anche da un piccolo gruppo di astanti, con qualcuno che ha urlato "May vieni qua a parlarci", mentre altri scandivano "May deve dimettersi".

La notizia ha trovato conferma in una nota della polizia che indica in Seven Sisters road la zona dell'allarme e riferisce di un arresto effettuato. Attorno alla moschea, in ogni caso, l'atmosfera è d'angoscia, con segnali crescenti di collera. "I miei pensieri sono tutti per le vittime, la polizia e i servizi di soccorso" intervenuti sulla scena, aggiunge la premier britannica. Shafiq si dichiara "scioccato". Corbyn assicura d'essere in contatto con i responsabili della moschea oltre che con la polizia.

Al tempo stesso, tutto ciò ha posto le basi per il consenso e l'adesione da parte dei più disperati a ideologie come il salafismo, la corrente più estremista dell'Islam sunnita, che pretende d'imporsi attraverso la violenza (di cui la serie di attacchi terroristici di basso e medio livello occorsi nel 2017 è lo specchio).

Secondo Kenan Malik, filosofo britannico di origine indiana e autore del saggio Il multiculturalismo e i suoi critici - Ripensare la diversità dopo l'11 settembre (Nessun Dogma, 2016), il modello di accoglienza inglese ha fallito perché non ha prodotto alcuna inclusione, ma piuttosto "società frammentate, l'alienazione di molte minoranze e la trasformazione degli immigrati in capri espiatori". La moschea di Finsbury Park era diventata tristemente famosa una decina di anni fa per i sermoni incendiari dell'imam egiziano, Abu Hamza, che nel 2005 è stato condannato all'ergastolo.

Altre Notizie