Giovedi, 17 Ottobre, 2019

Parma, non Alessandria nella nuova B con la Pro

Parma-Alessandria vigilia della finale D'Aversa Finale playoff Lega Pro: Parma-Alessandria, Ducali favoriti
Cacciopini Corbiniano | 19 Giugno, 2017, 15:46

Al 7' prova Gonzalez, da fuori area, ma la mira è imprecisa. La partita si chiude con la festa dei settemila tifosi emiliani giunti a Firenze a sostenere i propri giocatori. Quasi 10 mesi intensissimi, dove entrambe le squadre hanno toccato alti e bassi, cambiando i rispettivi allenatori. Un tiro di destro di Calaiò ha visto la valida opposizione del portiere Vannucchi. Nel finale (5' di recupero) forcing asfissiante dell'Alessandria, ma senza esito. Si è fatto notare Calaiò, sfera di un niente lontana dalla porta. Espulsi al 45'pt il ds del Parma, Faggiano, per proteste e al 46'st Gozzi per gioco violento. Dopo la partita con l'Alessandria arriverà il secondo versamento di altri 3 milioni per salire a quota 60% e, in caso di promozione, sono già pronti 15 milioni per creare una formazione davvero competitiva. Una inzuccata di Gonzalez non ha inquadrato la porta. Questa volta a sfiorare la rete del pari è Fischnaller che conclude di sinistro dopo aver fraseggiato con Gonzalez. Il cambio di panchina Braglia-Pillon purtroppo non ha pagato: l'Alessandria finisce nel modo peggiore una stagione che pareva trionfale e torna a casa mestamente con la consapevolezza dei tanti rimpianti seminati. Pillon si gioca il tutto per tutto inserendo Evacuo (attaccante) al posto di Celjak (difensore): la sua squadra crea ma ad un passo dal gol, fallisce. L'Alessandria in contropiede. Iocolano col destro, la palla ha lambito il palo. La squadra di Pillon, nel primo tempo, è inesistente: poche idee, manovra lenta e compassata, i ducali vanno a nozze sugli spazi lasciati in mezzo al campo dai grigi e sfiorano il raddoppio con Calaiò. Espulso Gozzi per un duro fallo su Giorgino. Se venisse confermato il criterio utilizzato l'anno scorso, con la divisione in Italia Nord-Centro occidentale e Nord-Centro orientale, le toscane resterebbero nel girone A con le piemontesi, le sarde, parte delle lombarde e probabilmente le due piacentine.In caso di promozione in B dell'Alessandria, le uniche novità sarebbero il retrocesso Pisa e le promosse Cuneo, Monza, Gavorrano ed Arzachena.

La partita del Franchi inizia con qualche minuto di ritardo, rispetto al calcio d'avvio fissato per le 18; splendida la giornata di sole che accompagna l'ingresso in campo delle due compagini, con l'Alessandria in completo tenuta rossa, e il Parma in maglia biancocrociata.

Altre Notizie