Mercoledì, 23 Ottobre, 2019

Tlc, addio roaming da domani: in Ue stesse tariffe che in Italia

Roaming europeo: mai più costi aggiuntivi. Tutto quello che c'è da sapere Tlc, addio roaming da domani: in Ue stesse tariffe che in Italia
Esposti Saturniano | 16 Giugno, 2017, 18:06

Abbiamo visto che, a parte le limitazioni di tipo "tariffario" sui dati, le chiamate, gli sms e Internet non avranno costi extra se utilizzati durante le nostre trasferte all'estero.

Addio roaming, ora l'Europa è più vicina! L'eliminazione dei costi roaming avverrà nell'ambito di viaggi occasionali e del legame stabile con l'Italia, nel senso che dovrà risultare che la sim è usata più in Italia che all'estero al fine di prevenire abusi e utilizzi anomali.

Prima di tutto, alcuni paesi non vengono inclusi nella nuova regolamentazione europea, ed in particolare si parla di Svizzera e San Marino. Il nuovo regime dovrebbe risolvere anche casi come quelli del cosiddetto roaming involontario, che si verifica nelle zone di confine, quando un telefonino, pur essendo in territorio nazionale, aggancia un ripetitore della nazione confinante di modo che le chiamate risultano fatte dall'estero. La formula per calcolare la soglia massima dipenderà dai singoli contratti ma sarà una soglia con una disponibilità dati abbastanza elevata.

Dopo 4 mesi avviene il ripristino del roaming, quindi se la vostra compagnia telefonica accerta che il tempo speso all'estero è maggiore di quello speso in Italia vi saranno dei rincari sulle chiamate e sull'utilizzo di internet. Da domani anche Telecom elimina definitivamente i costi del roaming nei paesi dell'Unione europea. Se lo si supera in modalità roaming, il sovrapprezzo corrisponderà al massimale previsto per i prezzi all'ingrosso, vale a dire 7,70 euro per GB di dati nel 2017 (IVA esclusa). Per alcuni operatori sì: Wind e Tre, fusi di recente, hanno già abolito le tariffe in roaming mentre Tim e Vodafone e altri operatori minori aspettano il termine ultimo. Ecco l'elenco completo dei Paesi: Austria, Belgio, Bulgaria, Cipro, Croazia, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, compresi gli operatori di Guadalupa, Guyana francese, Martinica e Réunion, Germania, Grecia, Irlanda, Islanda, Italia, Lettonia, Liechtenstein, Lituania, Lussemburgo, Malta, Norvegia, Paesi Bassi, Polonia, Portogallo, comprese le Isole Azzorre e Madera, Regno Unito di Gran Bretagna e Irlanda del Nord e Gibilterra compresa, Repubblica Ceca, Romania, Slovacchia, Slovenia, Spagna, comprese le Isole Canarie, Svezia, Ungheria. Se l'utente nel proprio Paese di residenza dovesse avere un piano con chiamate e sms illimitati, questi saranno mantenuti anche nell'Ue. Le nuove regole valgono solo se si è connessi ad una rete mobile terrestre dell'Ue, quindi anche navigando in fiumi, laghi e lungo le coste. Pare di sì, ma attenti alle eccezioni. Quante volte è capitato di dover sostenere pesanti costi aggiuntivi quando si viaggia fuori dall'Italia? Tutti i dettagli sulla nuova normativa sono specificati sul sito ufficiale dell'Unione Europea, raggiungibile al seguente link. A partire da quelle che con pochi euro in più aumentano di un bel po' i minuti delle telefonate.

Per quanto riguarda il traffico dati il concetto è lo stesso, ma il volume di dati utilizzabile con il roaming, pur dovendo essere consistente, varia a seconda del prezzo del pacchetto di cui si dispone (si veda la guida sul sito ufficiale dell'UE con domande frequenti).

Altre Notizie