Sabato, 07 Dicembre, 2019

Grattacielo in fiamme a Londra. I primi salvataggi nella notte

Deangelis Cassiopea | 15 Giugno, 2017, 13:16

Anche diversi testimoni dei fatti di stanotte hanno avanzato l'ipotesi che la plastica possa aver avuto un ruolo cruciale nell'alimentare il fuoco e il fumo durante il rogo. Grida d'aiuto dall'interno di un grattacielo in fiamme. Un autentico inferno, l'inferno di Londra. "Le fiamme divampano e sento chiedere aiuto", ha scritto inorridito su Twitter, Fabio Bebber, uno dei tanti. Parlando col Mattino di Padova, il padre di Gottardi ha raccontato che nelle prime ore di mercoledì è rimasto mezz'ora al telefono con suo figlio, prima che la linea cadesse improvvisamente. Sono ancora tanti i dispersi, compresi due fidanzati italiani, ovvero Gloria Trevisan e Marco Gottardi. Accertati 6 morti, intrappolati tra le fiamme o saltati dalle finestre. Invece alle 18 la cifra era salita "almeno" a 12. Un agente immobiliare ha confermato al ministero degli Esteri che all'interno della torre due appartamenti erano affittati da due famiglie italiane, con bambini. Nel pomeriggio il numero dei feriti era salito a 74.

L'incendio alla Grenfell Tower, nel nord di Kensington, è stato segnalato alle 00:54 ora locale.

Nelle ultime proteste gli inquilini scrivevano: "Non ci volete ascotare, servirà una tragedia per farci prendere sul serio".

Il grattacielo è prossimo alla A40, la tangenziale che porta verso l'aeroporto di Heathrow che è stata chiusa come le stazioni della metropolitana, evacuate le abitazioni circostanti.

"È stato spaventoso, molto brutto, non ho mai visto nulla di simile, è proprio un incendio enorme": ha detto un altro testimone, Tim Downey, alla Bbc.

Qui il video in diretta dell'incendio. Non sappiamo cosa sia successo e mi sto recando sul posto per avere maggiori informazioni e sapere se i miei clienti stanno bene", aggiunge sempre a Radio 24 Beatrice Antonini, secondo il comunicato diffuso dalla radio: "Ho saputo che gli allarmi anti-incendio non hanno funzionato. Mandate anche le unità di soccorso dell'Hazardous Area Response Team. Mentre le tv mostrano vigili del fuoco tuttora impegnati a indirizzare i getti d'acqua dalle autoscale. Cinquanta i feriti ricovarati negli ospedali londinesi mentre i vigili del fuoco rendono noto che ci sarebbero dei morti.

Secondo la responsabile della brigata dei vigili del fuoco di Londra Dany Cotton, la Grenfell Tower, il grattacielo di 24 piani e 120 appartamenti devastato da un incendio a North kensington, a Londra, non corre immediato rischio di crollo. "Chi si sporgeva dalla finestra raccontava di non riuscire ad uscire a causa del fumo".

Altre Notizie