Martedì, 16 Luglio, 2019

Usa, spari contro deputati repubblicani: ferito Steve Scalise

Steve Scalise ferito in una sparatoria vicino a Washington Usa, sparatoria a Washington: tra i feriti un deputato ferito
Evangelisti Maggiorino | 15 Giugno, 2017, 06:25

Lo riferisce la Cbs News, secondo cui la sparatoria si è verificata nel corso di un allenamento di baseball al quale partecipavano anche deputati del Congresso su un campo di Alexandria, in Virginia. Altri due poliziotti della scorta di Scalise sono rimasti feriti e l'assalitore, armato di un fucile semiautomatico, è stato arrestato ma è rimasto ferito ed è poi morto in ospedale. Oltre a Steve Scalise, il deputato di Trump eletto per lo Stato della Louisiana, colpito il suo assente e l'intero staff del repubblicano che si trovavano ad Alexandria, in un campo da baseball.

"È stato un attacco deliberato", dicono fonti investigative citate dai media Usa descrivendo la sparatoria. Il bilancio della sparatoria al campo di baseball di Alexandria, vicino Washington, è di almeno cinque feriti, riportano i media americani.

Un altro deputato repubblicano, Ron DeSantis, ha raccontato a Fox News che poco prima della sparatoria un ragazzo si sarebbe avvicinato chiedendo "se in campo c'erano democratici o repubblicani". L'identità delle altre persone ferite e del sospettato non è stata comunicata. Steve Scalise, il capogruppo dei repubblicani alla Camera, è stato colpito, ferito all'anca, operato d'urgenza e ora considerato non in pericolo di vita. Secondo quanto dichiarato alla NBC da Mark Walker, della North Carolina, quell'uomo che ha aperto il fuoco "era lì per uccidere il maggior numero possibile di repubblicani". "Se non fosse stato per la polizia saremmo tutti morti".

Per gli investigatori è ancora troppo presto per trarre conclusioni, ma appare chiara la motivazione politica che ha spinto James Hodgkinson, 66 anni, originario dell'Illinois, ad imbracciare l'arma. La cosa è parsa "piuttosto strana" al deputato, secondo cui il ragazzo ha continuato a camminare e pochi minuti dopo è iniziata la sparatoria.

Il presidente degli Stati Uniti Donald Trump si è detto "profondamente rattristato" per la sparatoria. "I nostri pensieri e le nostre preghiere sono con chi è coinvolto", ha aggiunto Spicer sul social network.

Altre Notizie