Venerdì, 22 Novembre, 2019

A Napoli i pazienti stanno a letto in ospedale tra le formiche

In un ospedale di Napoli a letto tra le formiche, denuncia dei Verdi A letto in ospedale paziente presa d'assalto dalle formiche, il caso al San Paolo
Machelli Zaccheo | 13 Giugno, 2017, 19:42

"Un'indagine interna per attribuire, quando vi fossero le dovute responsabilità" è stata avviata nell'ospedale San Paolo, a Napoli, dopo le immagini di centinaia di formiche sul letto di una paziente. E annuncia di aver preso "immediati provvedimenti".

Da #Napoli una brutta cartolina: una sconvolgente immagine mostra una donna in un letto con una colonia di formiche.

Raramente una situazione che prevede responsabilità è stata testimoniata in maniera così schiacciante. La foto, pubblicata dal consigliere regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli, ha scatenato polemiche violentissime contro i vertici dell'ospedale, a cominciare dallo stesso consigliere regionale che ha denunciato lo scandalo: "La signora è immersa dalle formiche in un letto sporco".

La degente è ricoverata presso il nosocomio della città partenopea a causa di uno choc settico post frattura ed è sotto antibiotici.

Al momento della "invasione" di formiche era sola.

Il ministero della Salute ha reso noto che il ministro Beatrice Lorenzin, ha disposto l'immediato invio, presso la struttura ospedaliera, degli ispettori della task force ministeriale e del Gruppo Nas dei carabinieri, per raccogliere ulteriori accertamenti e testimonianze rispetto a quanto avvenuto.

Peraltro, il fatto non sarebbe nuovo. Quindi insiste: "Sono anni che denunciamo la presenza di insetti compresi gli scarafaggi all'interno dell'ospedale e le rassicurazioni che ci hanno fornito fino ad oggi si sono rivelate inattendibili". Ha detto il consigliere, che chiede la sospensione immediata di tutti i responsabili sanitari del reparto. Il direttore sanitario inoltre dovrà dare spiegazioni anche in Commissione sanità.

Per Borrelli "non possiamo accettare che i pazienti siano trattati in questo modo e non accettiamo giustificazioni superficiali".

Borrelli aggiunge: "La signora va subito rimossa e sistemata in condizioni mediche, sanitarie e di decoro degne di questo nome".

DIRETTORE SANITARIO - "Sono mortificato, il fatto è vero". "Abbiamo immediatamente mandato i Nas e oggi arrivera' una task force". "Non voglio giustificarmi certo per questo. Il servizio bonifica interverrà domani nell'intero reparto". Ho provveduto inoltre ad appaltare a una ditta specializzata l'incarico per una bonifica definitiva. Garzi e Di Maro concludono sottolineando che "non c'è più tempo da perdere".

E' accaduto a Napoli.

Altre Notizie