Lunedi, 18 Novembre, 2019

In cassa entro il 16 giugno per l'acconto di Imu e Tasi

Imu e Tasi. Il 16 giugno scade il pagamento della prima rata. Il saldo dovrà avvenire entro il 16 dicembre Ragusa: 16 giugno 2017 - scadenza acconto IMU e TASI
Esposti Saturniano | 12 Giugno, 2017, 18:18

Dal primo versamento - che riguarda la metà dell'imposta ma si è liberi di pagarla anche tutta (il saldo comunque dovrà essere versato entro il 16 dicembre) - delle due tasse sugli immobili e i servizi si prevede un incasso di 9,9 miliardi di euro. È sufficiente conoscere il valore della rendita catastale del proprio immobile e le aliquote eventualmente per Imu e Tasi dai singoli comuni. Il governo Renzi aveva infatti abolito la tassa sulla prima casa attraverso una misura destinata a riguardare un'ampia platea di persone: l'abrogazione del balzello ha coinvolto tutti coloro che risultano proprietari di immobili non di lusso, cioè di unità non appartenenti alle categorie catastali A/1, A/8 e A/9. L'acconto deve essere effettuato entro la data di scadenza del prossimo 16 giugno 2017. Ovviamente la casa non deve essere stata affittata.

COMODATO D'USO GRATUITO - Il comodato d'uso gratuito è un contratto con il quale un soggetto (comodante) dà in uso gratuitamente un immobile a un altro soggetto (comodatario). Questo perché il vostro Comune potrebbe aver deciso di trattare queste situazioni allo stesso modo delle abitazioni principali. Il caso riguarda le abitazioni dei militari che sono frequentemente soggetti al trasferimento della sede di lavoro. Le aliquote da utilizzare per l'anno d'imposta in corso sono le medesime utilizzate per il 2016.

Conseguentemente, con decorrenza dal 1° luglio 2013 (a partire dal secondo semestre dell'anno), la normativa ha inteso stabilire una specifica deroga alla nozione di abitazione principale non richiedendo ai militari né il requisito della residenza anagrafica, né quello dell'utilizzo diretto dell'immobile. Altre 70 Città capoluogo, sempre sulle seconde case, applicano l'aliquota del 10,6 per mille tra cui Torino, Bologna, Firenze, Napoli, Palermo, Bari e Benevento.

Per chi non paga Imu e Tasi la cartella di pagamento non arriva in maniera immediata da parte dell'Agenzia delle Entrate poichè prima si deve ricevere da parte del Comune un avviso di accertamento che consente al contribuente di impugnarlo o di pagare immediatamente per evitare accertamenti successivi.

Altre Notizie