Mercoledì, 18 Luglio, 2018

Taylor Swift firma l'armistizio e riporta la sua produzione su Spotify

Katy-Perry-Witness-The-Tour Katy Perry, in diretta su YouTube per tutto il weekend per il lancio di "Witness"
Deangelis Cassiopea | 12 Giugno, 2017, 16:07

Ovviamente però c'è chi ritiene che questo pianto in diretta streaming sia stato orchestrato per una questione di marketing. "/// Nella celebrazione di 1989, che ha venduto oltre 10 milioni di album in tutto il mondo, e l'annuncio di 100 milioni di canzoni di certificate da RIAA, Taylor vuole ringraziare i suoi fan rendendo disponibile tutto il suo catalogo disponibile presso tutti i servizi di streaming stanotte a mezzanotte".

Il che risulta quantomeno interessante, perché il punto centrale della disputa risiedeva proprio nella possibilità offerta da Spotify di ascoltare brani musicali con determinate limitazioni, anche senza pagare per la versione completa del servizio. Ormai il mercato della musica si sta spostando dal download allo streaming, e Taylor forse ha compreso che anche dallo streaming legale i soldi arrivano nelle sue tasche. Le cose importanti e rare hanno valore; le cose di valore dovrebbero essere pagate.

"È mia opinione che la musica non debba essere gratuita."

12 mesi dopo arrivava un accordo inizialmente non scontato con Apple riguardo ai pagamenti agli artisti durante il periodo di prova di Apple Music.

Non si sa se questi pensieri suicidi siano in qualche modo legati alle dichiarazioni pesanti dei suoi genitori (che di fatto l'hanno disconosciuta), ma quel che è certo è che dietro il volto sorridente e spumeggiante di Katy Perry si nasconde una vita non priva di dolore, di ombre e di momenti difficili.

La diretta streaming include l'ascolto dei 15 pezzi del nuovo album Witness compresi i già noti singoli Chained To The Rhythm, Bon Appétit e Swish Swish, cantata con Nicki Minaj.

Spotify sempre nel post pubblicato nel 2014 nel suo blog ha scritto: "Taylor, eravamo entrambi giovani quando ci siamo incontrati, ed ora ci sono più di 40 milioni di noi che vogliono che tu rimanga, rimanga, rimanga".

L'avvento delle piattaforme di streaming musicale ha segnato una grande svolta nel mondo della discografia.

Altre Notizie