Lunedi, 18 Novembre, 2019

Alitalia, aperte le buste: 32 potenziali acquirenti

«Ci servono hostess e piloti» Così Ryanair punta su Alitalia Mister O Alitalia: attesa per offerte, le 18 di domani 'ora x' per apertura buste
Esposti Saturniano | 07 Giugno, 2017, 05:34

Roma, 4 giu. (AdnKronos) - Cresce l'attesa in vista dell'ora x fissata per domani alle 18, quando scadrà il termine per la presentazione delle manifestazioni di interesse da parte dei potenziali acquirenti di Alitalia.

"Abbiamo presentato una manifestazione di interesse - ha dichiarato un portavoce di Ryanair -. Come abbiamo sempre detto, non siamo interessati ad acquistare Alitalia. I lavori sono appena iniziati" aggiunge Paleari spiegando, alla domanda se siamo tutte offerte che rispondono ai requisiti, che "sono 32 manifestazioni che stiamo aprendo, valutando e classificando". Tra le indiscrezioni non confermate circa gli altri nomi in lista, inoltre, si parla quelli di Hainan Airlines, Air China, Air France, British Airways e Turkish Airlines, passando anche per Etihad Airways. Lo conferma ad Askanews la compagnia aere low cost irlandese specificando però di non essere interessata ad acquisire il vettore ma di voler alimentare il traffico a lungo raggio dell'Alitalia. Sono queste ultime che indicheranno come calcolare il controllo, basandosi sui legami finanziari e commerciali tra gli investitori non comunitari e la compagnia aerea. E' previsto per giovedì un nuovo incontro tra azienda e sindacati per riavviare le trattative sul contratto.

Alitalia alle buste. Intanto azienda e sindacati si ritrovano al ministero del Lavoro per discutere delle procedure di cassa integrazione straordinaria comunicata da Alitalia a fine maggio. La riunione e' in programma alle 13 nella sede del dicastero di via Fornero. Alborante spiega che "Ryanair è la prima compagnia in Italia" e dunque è pronta a gestire questo genere di servizio in aggiunta a quello già regolarmente svolto con l'attività "low-cost". A cui si è aggiunta una Cigs a rotazione che coinvolgerà 828 lavoratori di terra e 430 naviganti. La compagnia low cost sottolinea che "poiché sta continuando ad aumentare i suoi clienti in Italia", questo "porterà inevitabilmente a nuove migliaia di posti di lavoro" in Italia.

Altre Notizie