Mercoledì, 22 Gennaio, 2020

Capello analizza la Juve: "Bonucci? Non è il migliore a difendere"

La finale di Champions tra Juve e Real Madrid Capello analizza la Juve: "Bonucci? Non è il migliore a difendere"
Cacciopini Corbiniano | 03 Giugno, 2017, 08:28

Ma attenzione! Anche in questo Real tornano tutti: è una squadra molto compatta che ama il contropiede. Il tecnico friulano è stato contattato al telefono dal quotidiano spagnolo 'El País', che gli ha posto alcune domande su Juventus e Real Madrid.

Fabio Capello, quando si parla di Juve-Real può permettersi di dire la sua. Prima di acquistare un giocatore, ci pensano molto, ti seguono, perchè vogliono uomini spogliatoio prima che grandi giocatori. Il grande Milan di Berlusconi aveva lo stesso principio: Baresi, Maldini, Gattuso, Pirlo.

LANCI LUNGHI - "Il lancio lungo per il centravanti?" In difesa, meglio la Juventus: è molto organizzata, e ha un allenatore che sa quando cambiare tattica e uomini a partita in corso. Anche il Real gioca con lanci lunghi, ma lo fa con cambi di direzione: Modric e Kroos spostano costantemente il pallone in lungo sulla fascia opposta, perché vogliono far uscire rapidamente la squadra.

Capello in conferenza stampa

Per quanto riguarda l'attacco, la Juve si affida spesso ai lanci lunghi perché ha degli attaccanti che si muovono bene. "E' difficile che il Real attacchi per vie centrali, lo fa solo in contropiede". Vive per il gol. Null'altro. Coi piedi? Sì, in effetti è migliorato perché adesso tutti vogliono che i portieri tocchino il pallone con i piedi.

Il doppio ex della sfida analizza la partita di sabato, ruolo per ruolo: "In difesa più forti i bianconeri, a centrocampo i blancos".

In conclusione, ha aggiunto qualche parola sulla difesa bianconera e sui suoi pilastri: "Buffon è un fuoriclasse. Gonzalo mi è sempre piaciuto per il suo carattere: gli ho fatto giocare partire importanti a 18 e quell'anno abbiamo vinto la Liga". Bonucci? Penso che tra i difensori lui e David Luiz siano i migliori con i piedi, ma a difendere è un altro discorso. Evidentemente ha fiducia e si è allenato per farlo, come un pianista che deve suonare tutti i giorni. Chiellini è migliore. Ma bisogna mischiare bene i difensori per avere una buona coppia o un buon terzetto.

Altre Notizie