Lunedi, 14 Ottobre, 2019

Neonata cammina pochi minuti dopo la nascita

Mamma lascia figlio in auto per andare a far la spesa e lascia un biglietto con numero di telefono "Mamma è a fare la spesa": biglietto nella culla del neonato che dorme
Evangelisti Maggiorino | 31 Mag, 2017, 14:37

Interrogata dai carabinieri per tutta la notte, è crollata questa mattina all'alba. Al momento non sono emerse responsabilita' da parte di altre persone nella morte del piccolo, avvenuta nelle prime ore di martedi' poco dopo il parto. Ma forse c'è lo stesso non vedere un'alternativa. Perché è già attiva una rete di accoglienza capace di aiutare le madri che decidono di non riconoscere il proprio bambino.

Lo aveva detto subito, all'indomani dei fatti di Trieste, la Garante Nazionale per l'Infanzia e l'Adolescenza, Filomena Albano:"Anche i più giovani devono sapere che, anche se non si sentono pronti a diventare genitori, hanno delle alternative e possono comunque dare alla luce un neonato, che potrà vivere ed essere accolto in una famiglia che desidera crescerlo avendone la responsabilità". La donna ha fatto tranquillamente la spesa tornando dopo molto tempo. Negli ultimi dieci anni il numero di neonati non riconosciuti alla nascita si è fortemente ridotto: erano 410 nel 2004 e sono stati 278 nel 2014, con un calo di oltre il 30%.

"L'Italia ha una delle migliori leggi al mondo per il parto in anonimato all'interno dell'ospedale". Si presume, inoltre, che i familiari della donna, che ha dichiarato solo d'aver partorito in bagno e di non ricordare poi nulla, fossero all'oscuro della gravidanza.

Nessuno ci può credere.

Pur non essendo abbastanza forte per reggere il proprio peso, se sorretto sotto le ascelle, un neonato proverà d'istinto a compiere dei passi una volta che poggerà le piante dei piedi su una superficie piana, mettendo un piede davanti l'altro.

Altre Notizie