Martedì, 21 Gennaio, 2020

Gp Monaco, prima fila Ferrari: Raikkonen in pole davanti a Vettel

F1 Lauda Siamo stati imperfetti ma il mondiale è lungo Marco Canoniero
Cacciopini Corbiniano | 29 Mag, 2017, 10:32

Sebastian Vettel saluta i tifosi dopo la vittoria al GP di Monaco. La gara si movimenta dopo che Verstappen si ferma per il pit stop: Bottas è costretto a rispondere immediatamente per non farsi sopraffare della Red Bull e dopo un giro anche Kimi reagisce con il cambio gomme. A quel punto è iniziata un'altra corsa: Vettel è scappato via aumentando il ritmo, mentre lo sfortunatissimo Verstappen (sosta alla fine del 32° passaggio) ha pagato alla lunga l'errata strategia di gara della Red Bull, ritrovandosi a sua volta a fare i conti con i doppiaggi. Raikkonen scatta benissimo, Vettel uguale, dietro tutto fila liscio.

Il ferrarista Sebastian Vettel ha vinto il GP di Montecarlo 2017, secondo posto per il compagno di squadra Kimi Raikkonen.

Grande spavento per il pilota tedesco ma per fortuna dopo una decina di minuti di lavoro sulla sua macchina lo si vede uscire dalla monoposto sulle sue gambe. Il russo, addirittura è stato anche in testa alla classifica dei tempi, almeno fino a quando non è sceso in pista Vettel, rimasto per alcuni minuti ai box per permettere ai suoi meccanici di sistemare il fondo piatto della sua SF70H. Un weekend fantastico. La strategia? Poi c'è stata una fase davvero complicata in cui abbiamo cominciato a scivolare con le gomme. Era dal Gran Premio di Francia, a Magny Cours, nel 2008 che il finlandese non conquistava la pole. 'Solo' 7, invece, gli anni trascorsi dall'ultima doppietta di Maranello. "Evidentemente il secondo posto non è una grande soddisfazione, visto che partivo dalla pole". Un laconico Kimi Raikkonen non nasconde la sua delusione intervistato da Nico Rosberg sotto il podio di Montecarlo. "Non sapevo se mi ero danneggiato, Bottas ha provato a prendermi dall'interno, quando esce la Safety è come guidare sul ghiaccio". Il tedesco si ritrova primo e spinge forte con giri da qualifica: solo così, in un tracciato dove è difficile passare, ci si gioca la prima posizione. Prima vittoria della Ferrari a Montecarlo dopo 16 anni: "E' incredibile, è stata una gara molto intensa". Raikkonen era partito benissimo al semaforo verde ma dopo aver perso la prima posizione si è rilassato, senza mai più insidiare Vettel e rischiando anche la seconda piazza che però ha difeso bene dagli assalti di uno scatenato Ricciardo, terzo alla fine.

Altre Notizie