Lunedi, 14 Ottobre, 2019

Orlando: "subito la legge evitare fughe notizie"

Matteo Renzi Orlando: “Quella telefonata non doveva essere pubblicata”. Verso una nuova legge sulle intercettazioni
Evangelisti Maggiorino | 21 Mag, 2017, 08:41

Ma il parere di Andrea Orlando, Ministro della Giustizia, è un altro: l'intercettazione non doveva essere diffusa e non è detto che possa essere usata in giudizio. La pubblicazione della trascrizione della telefonata tra lui e il padre è solo la goccia che ha fatto traboccare. "Quindi", ha aggiunto, "non doveva stare neppure tra gli atti processuali. Per questo e' necessario fare la massima chiarezza".

"Ho pensato che non era giusto diffonderla, chi si trova una conversazione del genere tra le mani, e' difficile che dica di no", ha aggiunto, "il problema e' evitare le fughe". Perché non ci dovrebbe essere la privacy attenuata per i giornalisti?

Poco o molto che sia, è questo il ritratto che, "sic stantibus rebus", sembra di poter desumere dalle tante ipotesi che tuttora proseguono a sommergerci in questi giorni di incipiente calura estiva 2017. "Capisce che su questa via si sa dove si inizia ma non dove si finisce". "Ed ha dato vita a una sorta di doppia morale, visto che abbiamo un pregiudicato che ha fondato un partito il cui slogan si richiama alla onestà".

Altre Notizie