Lunedi, 23 Ottobre, 2017

"Trump pagato da Putin", l'accusa in un audio del senatore repubblicano McCarthy

Gentiloni mosca Gentiloni putin Gentiloni va in russia paolo gentiloni visita mosca Gentiloni Trump-Russia, ancora una bufera. "Chiese all'FBI di chiudere l'inchiesta", scrive il New York Times
Esposti Saturniano | 19 Mag, 2017, 19:40

Secondo quanto riporta il Washington Post, un mese prima che Donald Trump vincesse la nomina repubblicana, Kevin McCarthy, leader della maggioranza e uno dei suoi alleati più vicini al Congresso, in una conversazione privata su Capitol Hill con alcuni parlamentari repubblicani e di cui esisterebbe una registrazione ascoltata e verificata dal Washington Post, si lasciò andare dicendo un qualcosa che, oggi giorno, potrebbe risultare molto esplosiva per il futuro politico del Presidnte degli Stati Uniti: "Penso che Putin paghi Trump".

Alla fine del colloquio i vertici repubblicani si riuniscono. Ryan aveva poi detto: "Non diciamo niente di questo, è questo che fa una famiglia". L'altra persona, oltre a Trump, citato da McCarthy e' Dana Rohrabacher, deputato repubblicano della California, noto per essere un fervente sostenitore di Putin. Il dipartimento di Giustizia ha affidato l'inchiesta sull'interferenza della Russia nelle elezioni presidenziali e sui possibili legami tra la sua campagna elettorale e funzionari russi, a un procuratore speciale, l'ex capo dell'Fbi Robert Mueller.

Le indiscrezioni contro Trump continuano a occupare le prime pagine dei grandi quotidiani americani. Dopo che il Post ha pubblicato questa trascrizione, McCarthy si è affrettato non solo ad assicurare ai giornalisti che stava scherzando e "nessuno ha creduto che fosse vero", ma anche ha dovuto chiarire la cosa con Rohrabacher, notevolmente risentito.

Al momento non giungono notizie o risposte da parte del Cremlino, che segue comunque con molta attenzione gli sviluppi delle indagini legate al cosiddetto Russiagate che vedrebbero in qualche modo coinvolta - direttamente o indirettamente - anche la Mosca del presidente Vladimir Putin.

E intanto sono sempre più ricorrenti le voci sulla possibilità di avviare la procedura di "impeachment" per Donald Trump, ovvero la messa in stato di accusa del presidente dichiarata dalla Camera e votata dal Senato, e che in caso di condanna prevede la rimozione dall'incarico.

Altre Notizie