Giovedi, 25 Mag, 2017

Petraglia (SI): decreto Madia affossa Ricerca e non migliora Università

P.A nuove finestre assunzioni precari Petraglia (SI): decreto Madia affossa Ricerca e non migliora Università
Evangelisti Maggiorino | 19 Mag, 2017, 18:56

Martedì scorso si è svolto un incontro tra la ministra Madia e i vertici della confederazione autonoma Confsal, che hanno espresso parere positivo in merito al testo, seppur chiedendo di "apportare alcuni emendamenti" prima del passaggio in Cdm. Sarà questo uno degli effetti del via libera del Consiglio dei Ministri alla riforma degli statali. L'ultima stesura del provvedimento dovrebbe rendere più 'morbidà la ripartizione del salario accessorio e prevedere che il 50% vada a remunerare la produttività solo se ci sono abbastanza fondi, visto che con l'accessorio c'è da fare fronte anche alle identità di turno (si pensi agli ospedali).

RINNOVO DEL CONTRATTO - Per quanto riguarda il rinnovo del cotnratto del pubbligo impiego, sussistono o ancora "impedimenti sia economici sia normativi", ma - ha rimarcato Madia "ora abbiamo le carte in regola da punto di vista normativo per riaprire la stagione contrattuale". Proprio qui arriva una delle novità dell'ultimo testo, perché la sua versione definitiva spiega che per determinare il licenziamento la valutazione negativa dovrà ripetersi per tutti e tre gli anni coperti da ogni contrattazione.

Diverse le novità in arrivo a partire dalle assunzioni 'extra' per i precari, al codice dei licenziamenti, dalla creazione del polo unico Inps per le visite fiscali al riordino della valutazione. Il nuovo codice disciplinare amplia le casistiche di licenziamento da sei a dieci. La valutazione è una sorta di "pagella" che il dipendente pubblico riceve alla fine dell'anno. "I due decreti approvati mi consentiranno di dare la direttiva all'Aran".

Nuove finestre per assunzione precari Viene disegnata una roadmap, che si snoderà tra il 2018 e il 2020, per assorbire chi da tre anni, anche non continuativi, degli ultimi otto è a servizio della P.a. Saranno, infatti, ammessi al piano tutti coloro che risultano titolari di un rapporto di lavoro alla data del 28 agosto 2015, data di entrata in vigore della Legge Delega.

Le misure contro i furbetti del cartellino, da punire con i licenziamenti lampo, stanno "dando prova di essere efficaci" e di recente sono state applicate per un "dipendente della Regione Emilia Romagna". Quindi, aggiunge, non si è trattato di norme "sbandierate", ci sono le "prove" della loro efficacia. "Dal primo settembre" ci sarà un polo unico per le visite fiscali, con le competenze sui controlli che passeranno dalle Asl all'Inps, omologando il settore pubblico a quello prIvato.

Altre Notizie