Lunedi, 17 Dicembre, 2018

Fiorentina, Sousa: "Napoli grande squadra, proveremo a dargli fastidio"

Fiorentina Sousa in conferenza stampa Sousa: “Siamo quelli che hanno messo più in difficoltà il Napoli”
Cacciopini Corbiniano | 19 Mag, 2017, 16:55

Tecnicamente ancora in corsa per lo scudetto - ma la Juventus dovrebbe fare zero punti in due partite e la Roma non più di 4 - i partenopei sono anche a tre punti dal record assoluto in Serie A, realizzato lo scorso anno; la Fiorentina ha ancora la grande possibilità di mettere le mani sul sesto posto, ma la rincorsa rischia di essere vana perchè vincere al San Paolo sarà impresa difficilissima.

Sarri sembra intenzionato a confermare quasi per intero la formazione che ha sotterrato di gol il Torino: gli unici cambi che il tecnico partenopeo potrebbe operare riguardano la mediana, con Zielinski e Diawara che andrebbero a strappare la maglia da titolare rispettivamente ad Allan e Jorginho. Su Saponara: "È un ragazzo che è sempre pronto, è arrivato qui a Firenze dopo un infortunio particolare, ci abbiamo dovuto lavorare anche nel corso della settimana. Per me ha doti offensive, è un trequartista". "Mancheranno Borja Valero e Astori e per questo cambierò qualcosa".

Morale? Sempre alto, positivo. Obiettivo numero uno sarà quello di blindare tutti i big, primo fra tutti l'artefice dello spettacolo che ogni giornata gli azzurri portano in campo. E poi ha molta stabilità nella sua qualità, durata due anni. "Badelj convocabile? Deciderà il medico". Noi abbiamo iniziato il campionato con le due punte e l'ho riproposto. Nel prossimo turno i partenopei riceveranno la visita al San Paolo della Fiorentina; i viola di Paulo Sousa sono ancora in lotta per l'ultimo posto utile in Europa League e di sicuro venderanno cara la pelle. "Cercherò di fare le migliori decisioni per vincere la partita".

Un elogio per il collega Sarri: "Gioca con il 4-3-3, un modulo su cui mi sono espresso spesso". "Ci sono altri campionati che lo fanno nelle ultime tre, noi no. Ma lo sappiamo dall'inizio, e dobbiamo accettarlo".

Altre Notizie