Lunedi, 22 Luglio, 2019

Hayden resta grave: è in rianimazione e non è operabile

Nicky Hayden e Julia Viellehner Nicky Hayden e Julia Viellehner
Cacciopini Corbiniano | 19 Mag, 2017, 07:47

Il pilota è troppo debole per essere sottoposto ad un intervento chirurgico, ciò che preoccupa di più è un'edema cerebrale, che non ha permesso neppure l'inserimento di una sonda.

Non si hanno al momento notizie rassicuranti: il Kentucky Kid è stato trasportato da Rimini a Cesena in gravissime condizioni. Sono arrivati in Italia la mamma Rose e il fratello maggiore Tommy. Sul posto sono intervenuti i sanitari del 118, con un'ambulanza e un'auto medicalizzata, per prestare le prime cure al campione americano trasferito con il codice di massima gravità all'ospedale "Infermi" di Rimini, dove è stato ricoverato in prognosi riservata a causa di un forte trauma addominale e un trauma cranico.

Quella stagione "si chiuse con il mondiale per me e con il suo primo podio a Phillip Island. Siamo stati compagni di squadra con la Honda nel suo anno da rookie, il 2003, quando era un giovane debuttante alla prima esperienza europea".

Tra i tanti che hanno scritto per manifestare vicinanza al pilota c'è Valentino Rossi che sulla sua pagina Facebook ha scritto: "Nicky è uno dei migliori amici che ho avuto nel paddock". Dopo qualche anno abbiamo lottato uno contro l'altro per il mondiale 2006 fino all'ultima gara e alla fine, purtroppo per me, mi ha battuto ed è diventato il campione del mondo della MotoGP. Il più bel ricordo che ho di lui è quando è venuto a darmi la mano dopo la sfortunata gara di Valencia 2015, durante il giro d'onore. Il suo sguardo di supporto dentro il casco è uno dei pochi ricordi positivi che ho di quel giorno.

Su Twitter anche Marc Marquez, il pilota iberico della Honda di MotoGp, invia un pensiero all'amico:"Ti mando tutta la forza del mondo, Nicky!"

Altre Notizie