Sabato, 07 Dicembre, 2019

Ausilio: "Non possiamo investire 200 milioni, c'è il Financial Fair Play"

Ausilio: Ausilio: "Non possiamo investire 200 milioni, c'è il Financial Fair Play"
Cacciopini Corbiniano | 19 Mag, 2017, 07:19

Piero Ausilio, parlando durante Il Corso di Diritto Sportivo e Giustizia Sportiva all'Università degli studi di Milano, ha spiegato: "L'Inter ha lasciato un concetto di proprietà famigliare come era quella di Moratti.

Noi come società dobbiamo anche essere più forti a livello di comunicazione: quando dovevamo affrontare la Juventus a Torino, c'è stato un giornale che ha aperto con Conte all'Inter.". E' stato Thohir a fare un bel business e a favorire l'inizio di un percorso che prevede il rinforzarsi ma tenendo contro anche dei ricavi.

Se ti piace il nostro sito, lasciaci un LIKE, non costa nulla e ci AIUTERA' a crescere! Dopo la retrocessione hanno lavorato seguendo un idea di business, hanno investito nel settore giovanile, hanno avuto una grande visione dal punto di vista manageriale. E così siamo andati su un allenatore che non conosceva il calcio italiano.

Ausilio ha anche svelato di aver provato a prendere Dybala: "Il tentativo l'Inter lo ha fatto, ma c'erano 20 milioni di differenza con la Juventus e quindi è andato lì".

Oggi non si può pensare di fare calciomercato e spendere 200 o 300 milioni di euro: non è che non si vuole, è impossibile. Suning potrebbe comprare anche Cristiano Ronaldo se lo volesse ma non può farlo perché c'è il Fair Play Finanziario. "Abbiamo bisogno di tempo e di non commettere errori, cosa che non è successa quest'anno".

"Nel calcio è come nelle aziende, se non programmi bene, puoi andare incontro a una stagione negativa". Abbiamo programmato male, cambiando 4 allenatori: risultato, arriveremo settimi o ottavi. L'inter ha perso Zanetti, Cambiasso, Milito e Samuel tutti insieme, rimane una struttura ampia ma la personalità ce l'hanno solo quei giocatori che sono passati da momenti negativi. Ausilio - come riporta calciomercato.com - inizia ammettendo l'esistenza di uno spogliatoio spaccato e privo di leader: "I giocatori si allenano". La chiosa sull'allenatore: "Pensiamo ad allenatori con caratteristiche di un certo tipo ma poi devi confrontarti con il mercato. La comunicazione oggi è tutto, abbiamo tre giornali che parlano tutti i giorni di calcio, Tv che parlano 24 ore su 24". "27enne polacco, Krychowiak ha un valore di mercato di 28 milioni di euro, ma proprio per la sua stagione a singhiozzo potrebbe essere accessibile a cifre inferiori", si legge sul portale. Non sono un gruppo solidale tra loro, ci sono tanti gruppetti e tanta gente che pensa a se stessa.

Altre Notizie