Lunedi, 27 Gennaio, 2020

Pompei, furto alla mostra: rubato fregio del VI secolo a.c.

Deangelis Cassiopea | 18 Mag, 2017, 16:11

Ieri sera sottratta una borchia di metallo esposta in occasione dalla mostra "Pompei e i Greci" nella Palestra Grande, di fronte all'Anfiteatro. L'oggetto era esposto nella mostra "Pompei e i Greci", all'interno della cosiddetta Palestra Grande ed era uno dei quattro ornamenti applicati su una riproduzione della porta di Torre Satriano.

Il furto si sarebbe verificato durante l'orario di apertura al pubblico, sulla vicenda stanno indagando i Carabinieri del Nucleo Investigativo di Torre Annunziata (Napoli) ma al momento non sono stati rilevati indizi utili a capire la dinamica della rapina e i possibili colpevoli. Risale alla seconda metà del VI - inizi del V sec a.C. e, proveniente dal Museo archeologico nazionale della Basilicata "Dinu Adamesteanu" di Potenza, il cui valore assicurativo è di 300 euro. Intanto si tratta di capire come sia accaduto il furto negli Scavi di Pompei superprotetti. I carabinieri, giunti immediatamente sul posto, esamineranno le immagini riprese dalle telecamere del circuito di videosorveglianza interna. "Pertanto la rimozione del pezzo deve aver richiesto un tempo necessario a evitare i controlli", ha dichiarato il direttore Generale Massimo Osanna. La Direzione del Parco Archeologico ha fatto sapere, con un comunicato stampa, di aver già avviato, con il supporto del personale Ales, i lavori di ripristino della struttura. L'area è stata sequestrata e, quindi, non accessibile ai turisti. Immediato l'intervento dei carabinieri della locale stazione, che hanno sequestrato l'intera area espositiva per consentire lo svolgimento delle indagini.

Altre Notizie