Domenica, 25 Agosto, 2019

Milan, Maldini spiega il rifiuto: "Troppi dubbi su progetto e ruolo"

Milan, Maldini: Maldini: 'Milan? Ora parlo col Psg. Verratti come Pirlo, ideale per l'Inter'
Cacciopini Corbiniano | 18 Mag, 2017, 05:39

Intervistato ai microfoni di 'RMC', Maldini entra nel dettaglio del suo rifiuto alla sua ex squadra: "Come mai non sono al Milan?". Queste le sue parole, anzitutto proprio sul suo mancato ritorno al Milan: "Sono stato vicino al ritorno, sia con Berlusconi, che con i cinesi".

Maldini sul possibile approdo al PSG: "Io sono a disposizione". Negli scorsi mesi ho parlato con la nuova proprietà ma avevo troppo dubbi sul progetto e sul ruolo che mi hanno proposto. Vediamo, io sono pronto ad ascoltare: basta che non sia un club italiano. Talenti come Donnarumma ne nascono ogni 20 anni, di lui se ne parla da quando ha 12 anni. "E' normale sia così per la mia storia con il Milan".

VERRATTI - "Marco è un giocatore che vorrei avere sempre con me, gioca come Pirlo: corto, lungo, non è impressionante fisicamente ma si fa sentire". Lo prenderei se fossi Barcellona o Inter e lo vorrei per rifare il mio centrocampo. Non soffre la pressione e vuole sempre il pallone, prende dei rischi, gioca, mi piace tanto.

Tra tanti successi anche qualche tentazione, Maldini ripercorre la sua carriera al Milan: "Rimpianti? Se avessi dovuto cambiare maglia, sarei andato al Real Madrid, il club che più si avvicina al mio Milan". Ho parlato più volte con Nasser, ma non si è fatto niente. Potevo firmare col Chelsea ed il Real Madrid, ma volevo sempre vincere col Milan, anche dopo le sconfitte.

Altre Notizie