Venerdì, 19 Luglio, 2019

Il Chelsea di Conte trionfa in Premier

ANSA  EPA									+CLICCA PER INGRANDIRE ANSA EPA +CLICCA PER INGRANDIRE
Cacciopini Corbiniano | 17 Mag, 2017, 09:46

Nemmeno il ko nel ritorno di campionato contro lo United ha fatto vacillare le ambizioni del Chelsea.

Difficile descrivere questa impresa da parte di Antonio Conte, poichè di vera impresa si tratta.

Tra il 2009 ed il 2011 è Carlo Ancelotti a vestire i panni del trionfatore allo Stamford Bridge conquistando una Premier League, una FA Cup ed una Community Shields. Ora Conte nel double ci crede.

Certo, la tattica. Ma Conte è stato bravissimo nel rivitalizzare giocatori che sembravano entrati in una pericolosa involuzione come Hazard e talenti mai pienamente sbocciati come Moses. La sua firma sul trionfo dei Blues è la conferma della qualità del lavoro di Conte che ha saputo costruire un gruppo di stagno, unito tra titolari e "panchinari". Conte, parlando di Kanté, ha spiegato: "Di lui posso dire solo cose positive". Un anno dopo Ranieri con il Leicester è ancora il made in Italy a trionfare oltremanica. Così come il mister romano aveva fatto del "catenaccio e contropiede" la sua arma migliore, Conte si è totalmente distaccato da sistemi di gioco raffinati che non portano i frutti sperati: ovviamente ogni riferimento è indirizzato a Pep Guardiola, allenatore del Manchester City; diventando allenatore dei Citiziens per vincere tutto, ha portato a Manchester un gioco spumeggiante ma altrettanto poco efficace, e dopo qualche giornata di stradominio del tecnico catalano, l'ormai conosciutissimo Tiki-taka è presto diventato banale e prevedibile. In pochi anni è cresciuto: dal ragazzino che spezzava le Big Babol per farle durare di più e non riusciva a fare le bolle, all'adolescente che a 22 anni prepara la valigia e si trasferisce a Torino, con tanto di incontro privato con l'Avvocato Agnelli. Il tecnico catalano ha stravinto sul possesso palla ma l'incontro se lo è aggiudicato il Chelsea per 2-1. Credevamo in quello che stavamo facendo: abbiamo cambiato modulo, ci siamo compattati. Ora, dopo questa vittoria, credo che dobbiamo essere felici e contenti per tutta la stagione. Il nuovo Chelsea, escludendo l'eliminazione indolore dalla Curling Cup, colleziona ben 13 vittorie nelle successive 14 gare, concludendo il 2016 senza più conoscere la sconfitta, segnando in campionato 32 gol e subendone appena 4, con annessa imbattibilità per 6 partite consecutive. Molte meno di squadre come Real Madrid (489) e Bayern Monaco (452).

Antonio Conte sta vivendo una notte trionfale. Quello vinto da Conte è il quarto titolo di un tecnico italiano in Inghilterra (dopo Ancelotti, Mancini e Ranieri), nonché la quarta volta che un tecnico all'esordio in Premier alza il trofeo alla sua prima stagione (gli altri a riuscirci furono Pellegrini, Mourinho e Ancelotti).

Altre Notizie