Mercoledì, 15 Luglio, 2020

Corea del Nord: basi Usa nel Pacifico a tiro di missile

Corea del Nord: basi Usa nel Pacifico a tiro di missile Corea del Nord: basi Usa nel Pacifico a tiro di missile
Evangelisti Maggiorino | 17 Mag, 2017, 05:02

Anche la Cina ha condannato il nuovo test e ha invitato Pyongyang a "contenersi".

Alle affermazioni di Trump aveva successivamente risposto il dittatore coreano dicendo agli Stati Uniti di fare attenzione alle dichiarazioni e di non sottovalutare la forza militare della sua nazione: "Gli americani sappiano che le loro basi sulla terraferma e nel Pacifico sono nel mirino della Corea del Nord, che ora ha tutti i potenti mezzi per colpire di rappresaglia". Non e' affatto chiaro invece se effettivamente la Corea del Nord abbia raggiunto una capacita' tecnologica tale da essere in grado di miniaturizzare una testatanucleare e poi montarla su un missile. "La risposta credo che debba venire, anche in un contesto prevalentemente economico come quello di questi giorni a Pechino, con fermezza e puntando sulla diplomazia", ha detto Gentiloni, ricordando che "l'Italia ha un ruolo particolare essendo presidente del comitato onu per le sanzioni alla Corea del Nord". "Che ci sia la Corea del Nord dietro a Wannacry?".

La Corea del Nord torna a "minacciare" gli Usa con il lancio dell'ennesimo missile balistico che sarebbe arrivato nei pressi del territorio russo. Il Giappone ha immediatamente presentato una protesta formale.

Guardando il lancio del Hwasong-12, il leader nordcoreano, prosegue Kcna, "ha espresso la sua soddisfazione per il possesso di un'altra "arma Juche", un perfetto sistema di armi congruo con l'idea militare strategica e tattica del Partito dei lavoratori di Corea e le esigenze attuali". Secondo gli analisti la provocazione nordcoreana potrebbe anche rappresentare un avvertimento al nuovo presidente sudcoreano, Moon Jae-in. La Corea del Nord ha lanciato un missile verso il Mar del Giappone: sarebbe "più pericoloso dei precedenti" secondo gli analisti. Il capo di Gabinetto Yoshihide Suga ha confermato che il missile è rimasto in volo per circa 30 minuti, percorrendo una distanza di 800 chilometri (un centinaio in più rispetto alle rilevazioni di Seul) e precipitando nel mar del Giappone, fuori dalla zone economica esclusiva (ZEE), le 200 miglia nautiche dalle linee di base. Naturalmente il fatto che alcune parti siano all'interno del malware non significa di per sè un coinvolgimento diretto, ma p senza dubbio un elemento che fa riflettere.in primis sulla strana coincidenza che vede Russia e Usa stranamente d'accordo nella scoperta, coincidenza che arriva proprio sulla scia dell'amicizia pericolosa che lega Trump a Mosca e che proprio in queste ore sta avendo come cassa di risonanza l'altrettanto pericoloso licenziamento del numero uno dell'FBI che proprio su questo legame stava investigando.

Altre Notizie