Martedì, 15 Ottobre, 2019

Vecchi: "Inter contestata? Giusto così"

Inter Vecchi studia la formazione anti Sassuolo Di Francesco prima di Inter-Sassuolo
Esposti Saturniano | 13 Mag, 2017, 20:56

"Voglio vedere una squadra motivata - dice Vecchi - è inconcepibile per una formazione come l'Inter perdere 8-9 gare di fila". Esonerato Pioli, sarà l'ex tecnico della Primavera a guidare la squadra nelle ultime tre partite del campionato.

Non l'ho chiamato, ho letto che ha riempito di nuovo lo stadio. "Ci sono state mancanze da parte dei giocatori, ma l'Inter è stata anche sfortunata, per esempio nel derby". "Sono rimasto spiazzato dalla decisione, dopo la sconfitta contro il Genoa sembrava una situazione tranquilla. Mi ha sorpreso la chiamata di Ausilio". Dobbiamo pensare solo alla partita di domani contro il Sassuolo.

"La società mi ha chiesto di finire in modo degno la stagione, perché l'obiettivo Europa League è ancora possibile". L'Inter non può permettersi di finire la stagione con otto-dieci risultati negativi, deve esserci un'inversione di tendenza dal punto di vista psicologico. Non sono riusciti a reagire. Ho carta bianca, posso far giocare chiunque e con qualsiasi modulo. Ci dev'essere un'inversione di tendenza emotiva e psicologica. Alcuni giocatori hanno dichiarato di aver mollato, in un certo senso è una dimostrazione di genuinità e umiltà. Ora devono riattaccare la spina, anche soltanto per il pubblico di San Siro. "Il fatto che i tifosi ci siano e l'Inter abbia il record di pubblico è entusiasmante, mi auguro lo capiscano anche i giocatori".

Altro nodo importante è certamente quello legato al rapporto con i tifosi, pronti a contestare la squadra: "Lo sappiamo e forse è anche giusto che il pubblico faccia presente il proprio dispiacere e che sia critico". La contestazione è normale e ci sta tutta: loro sono delusi perché siamo l'Inter, e con l'organico che abbiamo è inaccettabile arrivare 7° in classifica.

"Credo che sia giusto così, i tifosi hanno sempre sostenuto i ragazzi, quindi per me domani la contestazione ci sta". "La società - ha chiarito - mi ha chiesto di fare del mio meglio per terminare nel miglior modo possibile la stagione, anche perché c'è ancora un obiettivo importante in gioco". Leggevo che avrei convocato 10 ragazzi della Primavera, ma non sarà così. "Alla squadra, per prima cosa, ho detto che l'organico non è da settimo posto". "Conosco l'ambiente, mi vuole bene, però come successo a novembre ritorno volentieri a fare le Final Eight con i miei ragazzi". Ho chiesto a chiunque di dare qualcosa in più.

"Ha fatto benissimo ma mi stupiva quando all'inizio non è andato bene, visto quello che ha fatto in carriera. A grandi linee, cercherò di dare continuità alle scelte perché sarei un pazzo a cambiare tutto in tre giorni". Si sta allenando bene. Voglio riportare entusiasmo in un ambiente in difficoltà, riportare la voglia di allenarsi con impegno, di andare in campo e dare il massimo. Io penso che se ognuno riesce a esprimersi al massimo delle proprie potenzialità si possa fare molto bene di qui alla fine. Per l'Inter lui è imprescindibile, molte delle nostre fortune dipendono dalla squadra, ma lui deve essere un riferimento in questo momento di difficoltà"; e Gabigol: "É motivato, come gli altri.

Altre Notizie