Mercoledì, 14 Novembre, 2018

Attivato il servizio per trasmettere i dati delle liquidazioni IVA periodiche

Pubblicato il 09/05/2017       Autore Redazione ChannelCity Pubblicato il 09/05/2017 Autore Redazione ChannelCity
Esposti Saturniano | 11 Mag, 2017, 22:10

Il campo va compilato anche nel caso in cui l'ente o la società con liquidazioni periodiche mensili sia fuoriuscito dalla liquidazione Iva di gruppo nel secondo o terzo mese del trimestre.

L'Agenzia delle Entrate informa, con apposito comunicato stampa, che il servizio web gratuito per l'invio delle comunicazioni delle liquidazioni periodiche Iva, a disposizione da ieri, consente di trasmettere un singolo file ZIP per più contribuenti.

Comunicazione liquidazioni Iva 2017: invio dal 10 maggio.

Nonostante sia ora possibile inviare i dati della comunicazione liquidazioni Iva è sempre più verosimile una proroga della scadenza, vista la complessità dell'adempimento e il ritardo con cui l'Agenzia delle Entrate ha messo a disposizione la piattaforma online per l'invio della comunicazione delle liquidazioni Iva del primo trimestre 2017. A precisarlo è un comunicato dell'Agenzia.

Per il momento non resta che attendere la messa a punto del programma per l'invio della comunicazione trimestrale delle liquidazioni Iva 2017 e la possibilità per gli intermediari abilitati di accedere dal 10 maggio alla pagina Fatture e Corrispettivi sul sito dell'Agenzia delle Entrate.

I problemi e le criticità per l'invio della comunicazione delle liquidazioni trimestrali Iva, adempimento introdotto con il DL 193/2016 e subito oggetto di contestazioni e polemiche, è ancora oggi fonte di dubbi: come bisognerà inviare i dati e soprattutto entro quando?

Attualmente e fino alle 24 del 9 maggio 2017 la piattaforma Fatture e Corrispettivi dell'Agenzia delle Entrate risulta essere in stato di manutenzione e l'ipotesi è che l'intervento tecnico riguardi proprio il software per l'invio dei dati Iva. L'Agenzia delle Entrate, dinanzi a un conto corrente bancario in cui sono totalmente assenti movimenti e prelievi, può dubitare di come il correntista possa provvedere al proprio mantenimento e a quello dell'eventuale nucleo famigliare, senza attingere al proprio guadagno accreditato in banca.

Proprio per il caricamento e l'invio telematico dei dati della comunicazione delle liquidazioni trimestrali Iva sono sorti i maggiori dubbi: ancora non è chiaro se la piattaforma dell'Agenzia delle Entrate permetterà di caricare il file in formato xml firmato dall'intermediario per conto del proprio assistito.

"Dal prossimo 10 maggio le applicazioni Entratel e File Internet, disponibili all'interno del Desktop Telematico e Entratel multifile, saranno implementate con la nuova funzionalità "Firma file" per consentire l'apposizione della firma basata su certificati rilasciati dall'Agenzia delle Entrate sulle Comunicazioni dei dati delle fatture emesse e ricevute e sulle Comunicazioni dei dati delle liquidazioni periodiche IVA".

Altre Notizie