Lunedi, 22 Luglio, 2019

Renzi vuole cambiare la legittima difesa

Camera approva ddl sulla cosiddetta'legittima difesa Legittima difesa, arriva la legge: "Libertà di reagire in casa di notte"
Evangelisti Maggiorino | 07 Mag, 2017, 20:54

Attualmente cosa accade a chi uccide nel tentativo di difendersi? Nessuno si espone contro il segretario rieletto e sostenuto da una larga maggioranza nel Pd, ma gli "orlandiani" fanno sapere che potrebbero opporsi a un inasprimento della legge al Senato. "Vista da fuori è incomprensibile". Sì, perché con l'approvazione della nuova legge da parte della Camera è emersa una maggiore confusione sul concetto di difesa legittima per la parte offesa.

D'altra parte Ap, con Maurizio Lupi e Nino Marotta, dice che scomparirà "l'automatismo dell'indagine per eccesso di legittima difesa". La legge e la giurisprudenza successiva hanno stabilito limiti precisi a questa "automatica presunzione di proporzionalità".

Tanto più che guardando le statistiche si scopre che i reati predatori (furti, rapine, ecc.) tra il 2015 e il 2016 sono calati del 16%, e sono ai minimi storici.

Continuano le polemiche sulla legge approvata ieri dalla Camera in materia di legittima difesa. In particolare, si considera legittima "la reazione a un'aggressione in tempo di notte ovvero la reazione a seguito dell'introduzione nel domicilio con violenza alle persone o alle cose ovvero con minaccia o con inganno". Ed è per questo che il pasticcio sulla legittima difesa porta in dote nemmeno il miraggio del voto anticipato, il sogno che Renzi non ha mai dimenticato. In Italia non ci si fa giustizia da soli. Oggi la legge passerà con la norma di "esenzione notturna" (peraltro votata in Aula anche da Forza Italia) bollata da Ignazio La Russa di Fdi come "fumo negli occhi".

Al di là della questione notturna, alcuni hanno criticato la legge per via del suo spirito: aumentare la possibilità di difendersi.

Ma questa è solo una parte delle modifiche approvate dalla Camera.

Ci va giù durissimo, invece, il segretario della Lega Nord, Matteo Salvini: "Se vanno avanti con questa schifezza raccogliamo le firme per un referendum per cancellarla". Per sostenere la loro tesi utilizzano lo slogan la "difesa è sempre legittima". Che tuttavia all'ultimo si è sfilata per ricompattarsi con Lega e Fratelli d'Italia, che come noto chiedono la non punibilità automatica e assoluta, senza cioè margini di valutazione del giudice, per ogni aggressione violenta nel proprio domicilio o ufficio.

In sostanza, Salvini vorrebbe dare il diritto di uccidere il ladro che sta scappando con la refurtiva, oppure quello che ci sta rubando la macchina in garage. Perché quello della legittima difesa è un punto-chiave della tenuta dell'assetto penale repubblicano, direi immodificabile a meno di non rivederne profondamente i presupposti con una riforma penale a 360 gradi, che in nessun caso consente al cittadino di farsi giudice di se stesso.

Altre Notizie