Giovedi, 17 Ottobre, 2019

Disoccupazione marzo risale all'11,7%

Attendere un istante stiamo caricando il video Attendere un istante stiamo caricando il video
Esposti Saturniano | 02 Mag, 2017, 12:41

Sale all'11,7% il tasso di disoccupazione a marzo, con una crescita di 0,1 punti percentuali rispetto al mese precedente. Lo rileva l'Istat sulla base dei dati provvisori.

A marzo 2017 la stima degli occupati è sostanzialmente stabile rispetto a quella di febbraio, con il tasso di occupazione che si conferma al 57,6%. Cresce invece il tasso di occupazione tra i giovani, nella fascia di età tra i 15 e i 24 anni, che tocca il 34,1% di disoccupati per il mese di marzo 2017. Cresce poi il numero di lavoratori dipendenti (+63 mila), sia permanenti (+41 mila) sia a termine (+22 mila), mentre calano gli indipendenti (-70 mila).

I disoccupati si attestano a 3,022 milioni con un aumento di 41.000 unità rispetto a febbraio e una crescita di 88.000 unità rispetto a marzo 2016. La crescita riguarda i lavoratori dipendenti (+310 mila, di cui +167 mila a termine e +143 mila permanenti) mentre calano gli indipendenti (-97 mila).

Nel periodo gennaio-marzo si registra una crescita degli occupati rispetto al trimestre precedente (+0,2%, pari a +35 mila), determinata dall'aumento dei dipendenti sia permanenti sia a termine. L'aumento è attribuibile esclusivamente agli uomini e in maniera prevalente agli ultracinquantenni.

Il tasso di disoccupazione poi cala di 0,4 punti su febbraio e di tre punti su marzo 2016. Si tratta di un dato legato principalmente al calo dell'inattività (-0,1 punti), che a marzo era al 34,7%, ovvero più persone hanno cercato lavoro, ma non tutte sono state assorbite dalle imprese.

Il numero di disoccupati in questa fascia d'età è ai massimi dal 2004 e supera quello dei disoccupati tra i 15 e i 24 anni.

Altre Notizie