Sabato, 17 Agosto, 2019

Inflazione, Istat:ad aprile accelera a +1,8% su anno;+0,3 su mese

Inflazione ad aprile +0,3% su marzo e +1,8% in un anno Inflazione ad aprile +0,3% su marzo e +1,8% in un anno
Esposti Saturniano | 28 Aprile, 2017, 14:00

Forte balzo in avanti dell'inflazione nel mese di aprile, che arriva a toccare il +1,8% su base annua. Guardando alle componenti principali, è l'energia a pesare di più (7,5% contro 7,4% di un mese fa), servizi (1,8% da 1%), alimentari, alcol e tabacchi (in calo a 1,5% da 1,8%) e beni industriali non energetici (stabili a 0,3%).

Ad aprile l'inflazione aumenta dello 0,3% su base mensile e dell'1,8% rispetto ad aprile 2016 (era +1,4% a marzo). Su base annua la crescita dei prezzi dei beni sale di un solo decimo di punto percentuale (+1,8% da +1,7% di marzo), mentre accelera in modo marcato il tasso di crescita dei prezzi dei servizi (+1,7% da +1,0%).

I prezzi del cosiddetto "carrello della spesa", che include i beni alimentari, per la cura della casa e della persona, segnano ad aprile un rialzo dell'1,8%, lo stesso tasso annuo che si è registrato per l'inflazione, o meglio per l'indice generale. I prezzi dei prodotti ad alta frequenza di acquisto scendono dello 0,3% in termini congiunturali e mostrano una crescita su base annua del 2,2%, in attenuazione dal +2,7% del mese precedente. Il calo mensile, spiegano i ricercatori, e' dovuto principalmente ai ribassi dei prezzi dei vegetali freschi e, in misura inferiore, del Gas GPL. Torna ad accelerare l'inflazione media dell'area euro: ad aprile, secondo la stima preliminare di Eurostat, la crescita media dei prezzi al consumo si è rafforzata all'1,9% su base annua, a fronte dell'1,5% cui era rallentata a marzo. Occorre ricordare che il 30 marzo l'Autorità per l'energia abbia aggiornato al rialzo le tariffe elettriche (+2,9% proprio da aprile).

(Teleborsa) - L'inflazione ha di nuovo allungato il passo in Italia ad aprile, in linea con la tendenza evidenziata dai prezzi in Eurozona, anche se non può ancora parlarsi di pressioni inflazionistiche decisive, come confermato ieri dal Presidente della BCE Mario Draghi in conferenza stampa.

Altre Notizie