Mercoledì, 19 Giugno, 2019

Stop all'Isee dal 15 maggio: i Caf protestano ancora

Isee dal 15 maggio stop a servizio compilazione nei Caf Isee, dal 15 maggio stop a servizio compilazione nei Caf
Esposti Saturniano | 28 Aprile, 2017, 11:15

La sospensione del servizio è stata decisa nei giorni scorsi dalla Consulta nazionale dei Caf, a cui aderiscono i maggiori centri di assistenza fiscale italiani, per protestare contro i tagli decisi dall'Inps. Ora i Caf hanno deciso: dal prossimo 15 maggio sospenderanno il servizio di compilazione dell'Isee, l'indicatore della situazione economica che consente ai cittadini di accedere, a condizioni agevolate, alle prestazioni sociali o a servizi di pubblica utilità.

Una decisione che arriva in risposta all'indisponibilità dell'Inps a "considerare adeguatamente l'impegno e le responsabilità dei Caf" e al mancato rinnovo della convenzione, sulla base della quale i Centri operano, scaduta ormai da quasi 4 mesi, per la precisione il 31 dicembre 2016. Va comunque ricordato che l'Isee si può ottenere anche online sul sito dell'Inps: basta avere il codice Pin rilasciato dall'istituto, l'identità Spid o una Carta Nazionale dei Servizi. Una proposta che contiene anche un taglio dei 'costi di impianto' che concernono le spese sostenute dai Caf per la formazione degli addetti.

Nei primi 3 mesi del 2017 sono stati oltre 2 milioni e 500mila i nuclei familiari che si sono rivolti ai Caf per predisporre e inviare all'Inps la propria DSU al fine di ottenere la certificazione Isee; rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente si è registrato un incremento del 25%. Numeri destinati ad aumentare visto che l'Inps stima per il 2017 un aumento delle certificazioni Isee di circa il 20%, che porterebbe il numero dei nuclei familiari che ricorrono al'Isee a oltre 6,5 milioni rispetto ai 5,4 del 2016. I Caf incrociano le braccia: non uno sciopero, ma la sospensione del servizio Isee a partire dal 15 maggio. Di fronte a questi numeri, i CAF hanno chiesto una convenzione che prevedesse una quantità di risorse sufficiente a coprire l'enorme mole di lavoro richiesta. Tra l'altro, la nuova proposta elaborata prevede una riduzione del 30% sul valore economico medio dell'anno precedente. "Oltre a ciò tutti i Caf aderenti alla Consulta hanno evidenziato i rischi connessi all'erogazione del servizio Isee in totale assenza di convenzione, per l'inosservanza delle disposizioni in materia di sicurezza dei dati, adempimenti e responsabilità nei confronti degli interessati, dei terzi e dell'autorità Garante per la privacy".

Altre Notizie