Mercoledì, 24 Luglio, 2019

Guardiani della Galassia Vol.2: La Recensione

[Guardiani della Galassia] The Space Cinema lancia la cine-maratona dedicata ai film Marvel
Deangelis Cassiopea | 28 Aprile, 2017, 06:41

Grandissimo esordio al box-office italiano per Guardiani della Galassia Vol. 2: ieri il film Marvel ha raccolto ben 1.2 milioni di euro (incluse le anteprime di mezzanotte), praticamente metà di quanto raccolto nell'intero weekend d'esordio dal primo film nell'ottobre del 2014.

Al di là di questo, il vol. 2 ha forse lo stesso grande difetto del primo capitolo: un difetto congenito derivato dal suo essere, nonostante tutto, un film della Marvel, con dei precisi limiti da non oltrepassare. In questo Vol. 2 Gunn capisce e rifinisce tutte questi piccoli difetti, scrivendo una storia pressoché perfetta: si ride tantissimo e ci si emoziona ancor di più.

Anche l'elemento musicale - così apprezzato nel primo capitolo proprio perché all'apparenza dissonante rispetto all'uso più istituzionale che in genere si fa dello score in ambito sci-fi - viene potenziato attraverso un nuovo Awasome Mix ancora più vario, in cui trovano spazio gemme di easy listening come gli ELO di Mr. Blue Sky, Sam Cooke e persino il George Harrison di My Sweet Lord. Esempio classico sono i Marvel Studios, che con i loro film hanno dimostrato grande capacità in questo senso: The Winter Soldier si ispira ai thriller politici degli anni novanta; Ant-Man è un classico heist movie e cosi via, gli esempi potrebbero continuare per praticamente ogni produzione della Casa delle Idee. In cambio dei loro servigi Star-Lord, Gamora, Rocket, Drax e il piccolo Groot ricevono dai committenti un prezioso ostaggio da consegnare alla Nova Corps.

I Guardiani della Galassia parte 2 sono "scortati" da una pletora di dark ladies capitanate dalla protagonista Zoe Saldana, splendida in un sensuale abito di Ulyana Sergeenko dalla scollatura profonda e rivelatrice, con originali maniche in rilievo e inserti in tulle sulle braccia e sulla gonna.

L'arrivo del padre naturale di Quill, il misterioso Ego (Kurt Russell), metterà tutto in discussione e trascinerà i Guardiani in una nuova avventura, fino ai confini più remoti dell'universo, "dove nessuno è mai giunto prima..." Inutile dire che, nel giro di poco, farà la sua apparizione una minaccia mortale e i Guardiani dovranno salvare l'universo per la seconda volta. O meglio, non è soltanto un'allegra gita tra mondi inimmaginabili e minacce inaspettate combattute al ritmo della musica degli anni ottanta ma anche un viaggio alla scoperta dei personaggi principali del film, mescolando passioni ed amicizia in un contesto iconico e divertente.

LA TRAMA Il gruppo di supereroi più improbabile della galassia è tornato: ritroviamo Star-Lord, Gamera, Drax, Rocket e Groot impegnati ad affrontare minacce di vario tipo al fine di prevenire danni maggiori. Guardiani della Galassi vol.2 sarà distribuito in tutti i cinema a partire da oggi, martedì 25 aprile 2017. Che non sia troppo sbagliato definire i Guardiani della Galassia Spaghetti Sci-Fiction?

Ma è un tempo che, oltre a non pesare in alcun modo, quasi si vorrebbe prolungare, tanto è il gusto e il divertimento di fronte a un prodotto che, in assoluta controtendenza con la stragrande maggioranza del cinema d'intrattenimento, sembra avere profondo rispetto per il proprio pubblico.

Altre Notizie