Giovedi, 20 Giugno, 2019

Un mese d'oro per l'export italiano

Leonardo all'Aeronautica il 500/o Eurofighter prodotto 500/o Eurofighter prodotto
Esposti Saturniano | 27 Aprile, 2017, 23:00

L'export dell'Italia alla voce armamenti nel 2016 ha fatto registrare un +85,7%, passando da 7,9 miliardi del 2015 a quota 14,6 miliardi dell'anno scorso.

In totale sono però 82 i Paesi con cui l'Italia fa affari in questo campo, confermandosi dunque come uno dei primi Paesi nella graduatoria mondiale per penetrazione del mercato. Il valore delle esportazioni è aumentato soprattutto per effetto della fornitura di 28 Eurofighter prodotti dalla Leonardo al Kuwait, per un costo complessivo di 7,3 miliardi.

Nella relazione, inviata dal governo con i contributi dei Ministeri di esteri, Difesa, Economia e Sviluppo Economico, si rileva che oltre agli aerei (incidenti in tutto per 8,8 miliardi di euro), a riscuotere successo è la categoria di "bombe, siluri razzi, missili e accessori", che pesa per 1,2 miliardi. E nel 2014 a 2,9 miliardi.

Complessivamente sono 82 i Paesi di esportazione dell'Italia.

Da parte sua l'Italia risulta tra i 15 Paesi che spendono di più in armamenti: il nostro Paese è all'11esimo posto (dopo Usa, Cina, Russia, Arabia Saudita, India, Francia, Gran Bretagna, Giappone, Germania e Corea del Sud) con 27,9 miliardi di dollari nel 2016, cifra che rappresenta una crescita dell'11% rispetto al 2015. Seguono Gran Bretagna, Germania, Francia, Spagna, Arabia Saudita (427,5 milioni), Stati Uniti, Qatar, Norvegia e Turchia (133,4 milioni). In questa classifica, il primo posto è occupato dagli Usa.

Altre Notizie