Lunedi, 11 Novembre, 2019

Procuratore Catania: "Ong forse finanziate da trafficanti migranti"

Un salvataggio al largo delle coste libiche operato da una ong tedesca Un salvataggio al largo delle coste libiche operato da una ong tedesca
Evangelisti Maggiorino | 27 Aprile, 2017, 14:52

Catania - "A mio avviso alcune Ong potrebbero essere finanziate dai trafficanti e so di contatti. Un traffico che oggi sta fruttando quanto quello della droga", ha dichiarato Carmelo Zuccaro, procuratore di Catania, ai microfoni di Agorà (RaiTre), in merito alle polemiche sollevate in questi giorni dall'inchiesta aperta dal suo ufficio su questo tema. Ma il procuratore è andato anche oltre ipotizzando uno scenario ancora più grave e preoccupante: "forse la cosa potrebbe essere ancora più inquietante - ha aggiunto Zuccaro - si perseguono da parte di alcune Ong finalità diverse: destabilizzare l'economia italiana per trarne dei vantaggi". "Se l'informazione è corretta questo corto circuito non si può creare salvo per effetto di persone che vogliono creare confusione: io ho detto che devo verificare le ipotesi di prove che ho e che non tutte le Ong sono coinvolte".

Il ministro della Giustizia e candidato alle primarie Pd Andrea Orlando, ospite a Repubblica tv, afferma: "Spero che la procura di Catania parli attraverso le indagini, gli atti, perché credo sia il modo migliore. Di prove si può parlare soltanto a fronte di conoscenze che possano essere utilizzate processualmente e queste al momento mancano", ha replicato a sua volta il Procuratore, titolare del fascicolo aperto dalla Procura di Catania sul ruolo delle Ong.

Gli fa eco con toni più pesanti il leader della Lega Salvini su Facebook: Ma dai, ma chi l'avrebbe mai detto...

Intanto, dopo la Cei, contro le accuse alle ong interviene anche il cardinale Francesco Montenegro, presidente della Caritas Italiana, autore di un commento in evidente sintonia con le parole di Saviano: "L'immigrazione è fastidiosa per chi regge la sua vita sul numero degli elettori". Tante Ong, generosamente e anche rischiando, vanno incontro a chi sta perdendo la vita o è in prossimità di farlo: "credo sia un atto di grande rispetto e che vada sopportato anche da chi sta in terra ferma e decide le sorti di tutti". Aiutiamo l'Africa a crescere, non deportiamola in Italia. Se il pm ha elementi in questo senso faremo una valutazione. Non bisogna dire che tutte approfittano della situazione per arricchirsi.

"Occorre bloccate subito l'ingresso di queste navi nelle acque italiane e l'accesso ai nostri porti fino a quando non verrà fatta totale chiarezza sui rapporti tra queste Ong con le organizzazioni di trafficanti di uomini, fino a quando non ci sarà chiarezza e trasparenza sui loro finanziatori e sulle modalità con cui intervengono nelle acque internazionali".

Altre Notizie