Martedì, 15 Ottobre, 2019

Spara contro il fratello per questioni di eredità: arresto nel Crotonese

PENSIONATO FERISCE A COLPI DI PISTOLA IL FRATELLO DOPO LITE PER EREDITA' Cirò Marina. Lite per l'eredità Cataldo Brunetti spara a 5 familiari
Evangelisti Maggiorino | 22 Aprile, 2017, 06:05

Dopo l'agguato l'aggressore, un pensionato incensurato, ha cercato di darsi alla fuga ma, braccato dai carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Cirò Marina, alla fine ha deciso di costituirsi in caserma consegnandosi spontaneamente ai militari dell'arma che lo hanno arrestato. Il gesto sarebbe dunque scaturito al termine di una controversia sulla spartizione di alcuni beni immobili.

Esauriti gli argomenti di discussione il settantenne ha afferrato una pistola calibro 32 ed ha esploso almeno sette colpi verso i parenti riuniti nell'abitazione oggetto della contesa ubicata presso il lungomare di Cirò Marina. I parenti sono riusciti nuovamente ad allontanare sia il 70enne che il figlio e a chiamare i carabinieri e il 118.

Di tutta risposta il settantenne si allontanava dal luogo della sparatoria per ritornarci alcuni istanti più tardi impugnando un coltello ad apertura a scatto con la lama di ben 13 centimetri. All'aggressione partecipava anche il figlio trentaduenne del Brunetti Cataldo che, successivamente, insieme al padre si dava alla fuga. Allertati i carabinieri, intervenuti sul posto hanno avviato le ricerche.

Trasportato all'ospedale l'uomo è stato ricoverato nel reparto di chirurgia dove è stato sottoposto ad intervento per l'estrazione del proiettile conficcato nel bacino. Il figlio, rintracciato successivamente, e' stato denunciato per lesioni personali gravissime. Il pensionato deve rispondere ora dei reati di tentato omicidio, lesioni personali gravissime e porto illegale di arma da fuoco. Lo stesso, che veniva individuato quasi subito da alcune telecamere nell'abitato di Ciro Marina, nel mentre le auto dei Carabinieri si dirigevano ad intercettarlo, avendo compreso la gravità della situazione, si presentava presso il locale Comando con il proprio avvocato.

Altre Notizie