Venerdì, 22 Novembre, 2019

Annullata la 101° Targa Florio, due morti e un ferito grave

Targa Florio macchiata di sangue due morti Targa Florio macchiata di sangue due morti 0 0 0 0 di Redazione
Esposti Saturniano | 22 Aprile, 2017, 03:23

La figlia di Amendolia, Gemma, è stata ricoverata immediatamente all'ospedale di Madonna dall'Alto di Petralia Sottana a Palermo. La Procura di Termini Imprese ha aperto un fascicolo d'indagine sull'incidente.

Si precisa che gli equipaggi n. 30 e n. 32 raggiungevano rispettivamente il controllo stop alle ore 11.44.19 e alle ore 11.46.48. In sede autoptica si stabiliranno le cause", ha affermato il medico di gara che, chiamato a dare aggiornamenti sulle condizioni di Gemma Amendolia, ha aggiunto: "Possiamo dire che è sempre stata cosciente. L'incidente è avvenuto sulla prova speciale numero 3 "Piano Battaglia 1". Tra i primi soccorritori anche Alessandro Perico, che trovò Breen in mezzo alla strada, in ginocchio, che stava disperatamente chiedendo aiuto per il suo navigatore.

Con la loro Autobianchi A 112 Abarth 70 HP, preparata dal Team Binati di Valdengo (Biella) cercheranno (come il pilota racconta in questa intervista) di dimenticare la sfortuna che li ha fermati all'ultimo Sanremo. Il commissario di percorso della Targa Florio, appassionato di automobilismo, lavorava come escavatorista a Catania, originario di Lentini, lascia due figli nello strazio assoluto.

Ad ogni modo "l'equipaggio dell'auto, secondo regolamento si può alternare alla guida" ha detto il direttore di gara della Targa Florio Marco Cascino in conferenza stampa. Al momento dell'incidente non c'era nevischio e la strada si andava asciugando. Per le previsioni da grande pubblico, puntualmente confermate dal calore dei siciliani che hanno gremito Pizza Verdi, lo start della Classica e del Ferrari Tribute e' stato anticipato alle 15.30 e tra i numerosi personaggi ha ospitato anche Beppe Fiorello, al via su una Alfa Romeo Giulia Sprint Gta insieme a Fabrizio Curci, responsabile del brand Alfa per la zona Emea. Correvano con una Bmw Mini Cooper Jcw per la scuderia Messina racing team.

Il pilota morto si chiama Mauro Amendolia, messinese, 52 anni. Già l'anno scorso i due avevano fatto coppia al Rally del Tirreno.

La Targa Florio, "a Cursa", fu voluta nel 1906 dal magnate e mecenate palermitano Vincenzo Florio, per istituire un "criterio pratico ed esatto per valutare la vettura da viaggio": si tratta della competizione automobilistica più antica del mondo. Subito dopo la partenza di questa sera a Palermo con Paolo Andreucci/Anna Andreussi su Peugeot 208 T16 e "Lucky"/Fabrizia Pons su Lancia Delta Integrale i primi a scendere dal palco, la Targa Florio entrera' nel vivo della competizione di entrambi i Tricolori tornando tra la sua gente sulle leggendarie strade delle Madonie.

Altre Notizie