Venerdì, 15 Novembre, 2019

Carpi, rubano gli autobus e si schiantano contro la scuola

Il Questore chiude per trenta giorni un market etnico di Carpi Due bus contro scuola chiusa modenese
Evangelisti Maggiorino | 22 Aprile, 2017, 02:52

Due autobus si sono schiantati contro la scuola Meucci di Carpi, in provincia di Modena, intorno alle 4 del mattino di oggi 21 aprile. L'episodio è iniziato poco prima con una incursione al deposito dei bus 'Arianna', che si trova in via Peruzzi sempre a Carpi. Due sono stati lasciati nel piazzale, uno è stato abbandonato in via Tre Ponti, mentre gli altri due sono finiti contro l'istituto superiore, tecnico-commerciale 'Meucci'. Uno ha sfondato il cancello esterno, l'altro è invece finito contro l'ingresso principale, creando danni ingenti.

E' successo a Carpi, ed ancora debbono essere spiegati i particolari di questo particolare caso di cronaca, che ha sconvolto la tranquillità del luogo la notte scorsa. Solo due sono bastati per scatenare un vero e proprio atto vandalico, probabilmente per una sorta di vendetta; o forse si è trattato di un attacco a scopo intimidatorio.

Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco di Carpi e i militari che hanno inviato le indagini. Presente anche il sindaco di Carpi Alberto Bellelli che ha espresso il suo forte disappunto per l'episodio, auspicando una punizione esemplare per i responsabili dell'atto vandalico. Non siamo di fronte ad un semplice atto di vandalismo né a una ragazzata: "chiunque abbia rubato cinque minibus utilizzandone due per fare danni di questa gravità ha commesso un atto criminale e pericoloso per la propria incolumità e per quella di tutti gli altri cittadini". La Provincia fa sapere che "sono già partite le prime opere provvisorie", aggiungendo che "la prossima settimana saranno eseguiti gli interventi di ripristino" e che le lezioni "saranno sospese fino a lunedì compreso". "E auspico che siano gli stessi studenti a reagire con fermezza contro chi ha danneggiato la loro scuola".

Il presidente della Provincia Gian Carlo Muzzarelli, manifesta "tutto il rammarico e lo stupore per un atto grave che colpisce una scuola, un bene pubblico patrimonio di tutti".

Altre Notizie