Sabato, 24 Agosto, 2019

Juventus, Bonucci: "Chiellini? Era solo un cazzotto per caricarmi"

Juventus Barcellona – Getty Images Juventus Barcellona – Getty Images
Cacciopini Corbiniano | 21 Aprile, 2017, 21:20

La Juventus dopo lo 0-0 maturato nella sfida di ieri contro il Barcellona al Camp Nou ha ufficialmente strappato il pass per le semifinali di Champions League. "Adesso è tutta una questione di testa".

Top&Flop Champions, CR7 a 101, capolavoro Allegri. Come ha detto Gigi Buffon, questo passaggio del turno infonde in noi ancora più autostima, più fiducia, più consapevolezza nei nostri mezzi. Chiellini sembra intuire quanto fatto dal compagno e lo smanaccia, come richiamo all'attenzione per il finale di gara. Ora sono rimaste le quattro squadre che hanno dimostrato sul campo di essere le migliori d'Europa, da parte nostra ci deve essere la voglia di arrivare fino in fondo. Bonucci però voleva, probabilmente per ricordo di una delle partite più importanti giocate dalla Juve negli ultimi anni, avere la maglia numero 10 di Messi. È aumentata la consapevolezza in noi stessi, sappiamo che per fare grandi risultati serve una grande fase difensiva alternata ad una fase offensiva con grande cinismo e lucidità da parte degli attaccanti.

L'episodio è stato mascherato dalle telecamere esclusive di ESPN FC, che hanno ripreso l'attimo in cui Bonucci chiede il prezioso cimelio alla "Pulce" (chiamato per due volte dal difensore), a pochi minuti dalla fine della gara. Ma è stato lo stesso Leonardo Bonucci a smentire tutto ai microfoni di SkySport: "Mi ha fatto sorridere vedere il video con Chiellini, visto che il tutto è stato interpretato come una 'ripresa' da parte sua. In quel caso mi ha semplicemente dato un 'cazzotto' per caricarmi, perché avevamo preso una punizione a favore al 90' ed entrambi viviamo di adrenalina".

Altre Notizie