Domenica, 25 Agosto, 2019

Attentato Borussia Dortmund: movente finanziario, non terroristico

Germania arrestato un sospetto per attacco Dortmund Attentato di Dortmund, arrestato l'autore dell'attacco: «Movente economico»
Cacciopini Corbiniano | 21 Aprile, 2017, 20:19

Si tratta di un 28enne, finito in manette nel corso di un'operazione presso la città di Tubinga. La polizia aveva sempre sospettato della rivendicazione del sedicente stato islamico; ora si scopre che l'attentatore avrebbe agito per motivi economici: voleva che le azioni del Borussia Dortmund crollassero, se questo fosse successo l'uomo avrebbe ottenuto un profitto di 3,9 milioni. Il terrorismo di matrice islamica o l'estremismo politico, di ispirazione comunista o nazista, non c'entrerebbero quindi nulla con l'attentato che aveva sconvolto il quarto d'andata della Champion's League giocato martedì 11 aprile. Nell'occasione, il difensore spagnolo Bartra rimase ferito, fu portato in ospedale per un intervento al braccio, colpito dalle schegge di vetro del finestrino dell'autobus, a seguito dell'esplosione.

"La procura federale ha fatto arrestare oggi, il 21 aprile 2017, un cittadino tedesco-russo di 28 anni, Sergej W., da parte degli agenti del GSG9", un reparto d'elite: lo ha spiegato un comunicato della procura. Sergej W. avrebbe competenze particolari nel settore elettronico, e sarebbe in grado di fabbricare bombe visto che nel luglio 2015 vinse un premio scolastico in elettronica.

Altro errore che non ha lasciato dubbi agli investigatori è stato l'utilizzo del Wi-Fi dell'albergo per scommettere sul ribasso del titolo della squadra del Borussia, ben 78mila euro.

Dortmund - Nessuna matrice terroristica ma una folle "tattica speculativa" finanziaria dietro l'attentato al pullman del Borussia che ha portato al ferimento di uno dei giocatori.

Altre Notizie